CALCIO
3:10 pm, 4 Ottobre 23 calendario

Thuram, il polpaccio è ok: l’Inter guarda già al Bologna

Di: Redazione Metronews
Inter Thuram
condividi

Inter, sollievo per Thuram. Chiusa la parentesi Champions League con la vittoria contro il Benfica per 1-0, l’Inter si rituffa in campionato: sabato alle 15 sarà di scena a San Siro il redivivo Bologna del grande ex Tiago Motta. L’Inter potrà contare anche su Thuram: l’attaccante, che si è temuto potesse essersi fatto male contro il Benfica, sta infatti bene.

Inter, che paura per Thuram

Un lungo brivido ha infatti attraversato san Siro quando, sul finale della partita di Champions contro Di Maria e soci, Thuram ha lasciato il posto a Sanchez. A sciogliere i dubbi è stato Simone Inzaghi, a fine partita: polpaccio indolenzito. Che in realtà avrebbe voluto dire poco se non fosse che il tecnico piacentino ha poi specificato che  i medici erano comunque tranquilli. Ma certo la preoccupazione degli interisti è stata palpabile, nel vedere Tikus con le borse del ghiaccio sui muscoli il quale, dopo il triplice fischio finale, si era unito al gruppo per correre assieme ai compagni sotto la Nord. A cui ha anche aggiunto un contenuto su Instagram (“Una notte da sogno”) che ha ulteriormente tranquillizzato tutti.

Ma solo oggi si saprà la verità, visto che il giocatore sarà comunque sottoposto ad accertamenti strumentali. Lui, Thuram, di questa Inter è già divenuto uno dei pilastri: tornato al gol in Champions a distanza di 1071 giorni dalla doppietta firmata nell’ottobre 2020, con il Borussia Mönchengladbach, contro il Real Madrid è un attaccante come piace ad Inzaghi. Punta all’occorrenza, ma anche capace di giocare da raccordo, potente, tecnico, veloce, assist man (già quattro in stagione).

Partita dopo partita ha cancellato dal prato di San Siro le orme di Lukaku e Dzeko e sta cancellando anche il ruolo di “spalla” di Lautaro, che gli era stata affibbiata fin dall’inizio. Ecco perchè con un reparto d’attacco ridotto a causa dell’infortunio di Arnautovic, perdere Thuram adesso sarebbe un grande problema per Inzaghi. Prima della sosta c’è il Bologna e così come successo a Lautaro a Salerno potrebbe questa volta toccare al francese tirare un po’ il fiato. Anche visto il  “polpaccio indolenzito”. Poi ci sarà la nazionale francese: e qui Inzaghi può solo incrociare le dita.

4 Ottobre 2023
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo