Torino
4:27 pm, 28 Settembre 23 calendario

Strage di Brandizzo. lacrime e rabbia nel giorno dei primi tre funerali

Di: Redazione Metronews
condividi

“No non si può morire cosi nel 2023”. Recita così il messaggio scritto in bianco su un foglio nero con le foto dei 5 operai morti nell’incidente ferroviario di Brandizzo posto  ai piedi della bara di Giuseppe Aversa, una delle vittime, di cui questa mattina si sono celebrati i funerali nel Duomo di Chivasso e firmato “da un pensionato ex dipendente fiat”. “Prego per questi ragazzi che sono morti sul posto di lavoro in un modo atroce, orribile! Sono vicino ai familiari delle vittime chi ha sbagliato deve pagare!!! Il mondo del lavoro oggi è uno schifo totale! Tutto per ridurre i costi e per il dio denaro giocano con la vita delle persone!!! E’ ora di dire Basta! Non deve più succedere!!!”, conclude il messaggio inviando “un forte abbraccio ai parenti dei 5 operai”.

Giornata di lutto regionale per Brandizzo

Una giornata di lutto regionale indetta dalla Regione Piemonte in occasione dei funerali di tre delle cinque vittime dell’incidente verificatosi nella notte tra il 30 e il 31 agosto scorso quando 5 operai che stavano eseguendo lavori di manutenzione sui binari sono stati investiti e uccisi da un treno.  A Vercelli, nella chiesa di Sant’Antonio al rione Isola, alle 10,30 è stato dato l’estremo saluto a Saverio Giuseppe Lombardo, 52 anni, il più anziano tra gli operai travolti dal treno.  I parenti della vittima si sono radunati insieme ai familiari di Kevin Laganà e Michael Zanera, le altre due vittime di Vercelli della strage del 30 agosto. La bara è stata accolta dal brano “Guerriero” di Marco Mengoni. All’uscita, tra gli applausi, la canzone “D’Improvviso” di Lorenzo Fragola. Presenti alle esequie il sindaco Andrea Corsaro, il presidente della Provincia Davide Gilardino, il vice prefetto e il governatore del Piemonte Alberto Cirio con i rispettivi gonfaloni.

I funerali di Giuseppe Aversa, di Borgo d’Ale, si sono svolti invece nel Duomo di Chivasso, sua città natale, alle 11. Una rosa rossa, tra i fiori bianchi, e la scritta “La tua mamma”. È l’ultimo saluto di Lidia al figlio Giuseppe Aversa. Chivasso oggi si è fermata per le esequie di Giuseppe, cresciuto All’uscita dal Duomo la bara di Giuseppe Aversa è stata portata fuori a spalla da alcuni familiari mentre la mamma Lidia [nella foto Lapresse] ha prima liberato in cielo, tra gli applausi, i palloncini legati alla porta della chiesa poi baciato e accarezzato a lungo la bara.

Alle 15 in Duomo a Vercelli c’è stato invece il funerale del 34enne Michael Zanera. “Sta passando novembre” di Eros Ramazzotti ha accolto l’arrivo in Duomo della bara. Sul sagrato ad attenderlo, circondata da familiari e amici, la mamma Rosalba. Poi l’abbraccio con i familiari di alte due vittime, la moglie di Giuseppe Saverio Lombardo e il papà di Kevin Laganà. Domani a Brandizzo, nel campo a fianco dell’oratorio della Chiesa di San Giovanni Evangelista, l’ultimo saluto a Giuseppe Sorvillo, mentre sabato alle 9,30, in Duomo a Vercelli, quello al più giovane delle vittime, Kevin Laganà, 22 anni.

Alle 12 tutto il personale del Gruppo Fs si è fermato per un minuto di silenzio.

28 Settembre 2023
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo