Roma
5:46 pm, 27 Settembre 23 calendario
4 minuti di lettura lettura

Termini, ritardi fino a tre ore per il sisma ai Campi Flegrei

Di: Redazione Metronews
Termini
condividi

Alla stazione Termini si sono registrati ritardi fino a tre ore per i treni a causa del sisma che nella notte ha colpito la zona dei Campi Flegrei a Napoli.

Termini, ritardi fino a tre ore per il sisma ai Campi Flegrei

La circolazione di alcune linee di treni provenienti da Napoli è ripresa tra le 14:30 e le 15. A causa del terremoto che si è registrato questa mattina nella zona dei Campi Flegrei, infatti, è stato predisposto lo stop dalle 4:30. Disagi e lunghe attese per i pendolari che utilizzano i treni Alta Velocità, Intercity e Regionali che hanno subito ritardi e cancellazioni nell’arco della mattinata.

I disagi

Alla stazione Termini, i passeggeri sono stati alle prese con le ripercussioni sul traffico ferroviario per gran parte della giornata. I pendolari stringevano tra le mani i biglietti con i quali sarebbero dovuti tornare a casa in tempo per il pranzo, o avrebbero dovuto prendere la prossima coincidenza.

Per eseguire gli accertamenti tecnici delle linee di Rfi, tra Napoli centrale e Aversa, Napoli-Campi Flegrei e Torre centrale, la circolazione è stata sospesa su alcune tratte. Ad attendere nello scalo ferroviario romano c’erano lavoratori e studenti, che ogni giorno raggiungono la Capitale in treno. I treni, con ritardi da un minimo di un’ora a un massimo di oltre tre ore, «hanno deviato su Battipaglia, poi anche a Caserta», spiegava una coppia in fila al punto informazioni della stazione.

«Noi siamo partiti da Palermo e siamo arrivati qui a Roma con ben due ore di ritardo. Avendo perso la coincidenza siamo stati costretti a cambiare il biglietto per poter salire sul treno successivo e siamo ancora in fila – aggiungeva un passeggero -.Mi chiedo perché non mettano più punti informazione visto che siamo a Roma e non a Caltanissetta».

I pendolari rassegnati

«Vivo a Napoli, ma lavoro a Roma. Spero, nonostante il ritardo, di riuscire a tornare a casa in orario. Anche perché alle quattro di domani dovrò prendere un altro treno e tornare qui», raccontava uno dei tanti pendolari in attesa. Tra i viaggiatori in fila per il prossimo treno c’erano anche molti studenti. «Vivo a Latina, ma frequento l’università qui a Roma. Ogni giorno mi alzo alle cinque per raggiungere l’ateneo e seguire le lezioni o dare gli esami. Sarei dovuto partire a mezzogiorno, invece dovrò aspettare fino alle 14:30. Prima o poi tornerò a casa, quindi ormai mi sono rassegnato», ha raccontato un ragazzo.

27 Settembre 2023
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo