ucraina
5:26 pm, 20 Settembre 23 calendario

Attacco di droni dall’Ucraina contro la Crimea e alla periferia di Mosca

Di: Redazione Metronews
Attacco di droni
condividi

Attacco di droni di Kiev contro Mosca e contro la Crimea. Nella capitale russa il traffico aereo è stato interrotto, con 24 aerei ritardati o dirottati, e nel sud est del Paese, nella regione di Oryol, un incendio si è sviluppato in un deposito di petrolio. La circolazione sul ponte di Kerch che collega la Crimea alla Russia è stata «temporaneamente bloccata». Lo hanno riferito le autorità locali su Telegram. Intanto, il governatore di Sebastopoli, Mikhail Razvozhayev, ha riferito che grazie al sistema di difesa russo è stato sventato un attacco di droni ucraini – sei sarebbero stati quelli abbattuti – nelle vicinanze della città. Secondo il governatore, «attualmente è tutto tranquillo» in città. In Crimea è stato comunque dichiarato il livello di allerta gialla per rischi «terroristici». La Russia afferma di aver abbattuto «diversi droni ucraini» nella Crimea annessa e nelle regione di Mosca, Belgorod e Voronezh, vicino all’Ucraina. «I droni sono stati intercettati sulle aree occidentali, sud-occidentali, nord-occidentali e orientali della penisola di Crimea, sui distretti di Istra (a ovest) e Domodedovo (a sud) nella regione di Mosca, e sulle regioni di Belgorod e Voronezh (a sud-ovest) – ha precisato il ministero della Difesa su Telegram. Sempre secondo il ministero, «le officine di veicoli blindati di Kharkiv, dove venivano effettuate le riparazioni e il restauro dei veicoli blindati per le forze armate ucraine, sono state raggiunte da un missile».

Attacco di droni con target in Crimea

La difesa russa ha fatto sapere di aver abbattuto un drone ucraino anche sopra la periferia di Mosca. Il drone è stato intercettato sopra il distretto di Istra. «Secondo i dati preliminari, non ci sono stati danni o vittime nel luogo in cui sono caduti i detriti», ha scritto il sindaco di Mosca Sergei Sobyanin in un post su Telegram. Da quando l’Ucraina ha lanciato la sua controffensiva all’inizio di giugno, la Russia ha resistito a ondate di attacchi di droni che hanno sporadicamente danneggiato edifici, anche nella capitale. I funzionari russi hanno minimizzato l’importanza degli attacchi. «Possiamo confermare che ci sono state azioni delle forze di sicurezza e difesa ucraine contro obiettivi militari russi», ha detto il portavoce dell’intelligence militare ucraina, Andrii Yusov. «Molto presto le Forze Armate e lo Stato Maggiore riveleranno i dettagli», ha aggiunto affermando che «l’obiettivo ultimo è la liberazione della Crimea ucraina». «In questa fase dovrebbero essere indebolite le posizioni del nemico – ha proseguito – la Crimea continua a essere utilizzata come hub logistico anche per il trasferimento di forze nemiche e mezzi verso altre aree del fronte. Per distruggere questo hub logistico, vengono attuate alcune operazioni in mare, su terra e nei cieli».

Raffica di droni anche dalla Russia

A loro volta le difese antiaeree ucraine hanno abbattuto 27 dei 30 droni kamikaze Shahed lanciati dalla Russia contro il territorio ucraino la scorsa notte, afferma l’aeronautica militare ucraina sui social media. I droni sono stati lanciati dal territorio della Federazione Russa nel sud-est dell’Ucraina e sono stati intercettati in diverse aree dell’Ucraina meridionale, centrale e occidentale, ha aggiunto l’aeronautica, che ha anche riferito del lancio di un missile balistico Iskander-M dalla penisola occupata della Crimea in direzione di Krivi Rig, nel sud-est dell’Ucraina. Secondo l’amministrazione militare di Krivi Rig, il missile ha danneggiato diversi edifici residenziali. L’obiettivo principale dell’attacco dei droni è stato l’oblast’ucraino occidentale di Leopoli, dove sono atterrati 18 shahed, 15 dei quali sono stati abbattuti. Secondo l’Amministrazione militare della zona, tre droni hanno colpito gli obiettivi, causando incendi in tre magazzini aziendali.

20 Settembre 2023
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo