Milano
11:40 am, 18 Settembre 23 calendario

Fugge dal Beccaria buttandosi dalla finestra ma si fa male

Di: Redazione Metronews
condividi

Un detenuto del carcere minorile Beccaria ha tentato di scappare nella notte, saltando dalla finestra della propria cella al terzo piano dell’edificio. Cadendo si è infortunato ed è quindi facilmente stato riacciuffato dalla polizia penitenziaria. A dicembre scorso  il Beccaria era stato teatro della grande evasione di Natale, con sette giovani che erano riusciti a fuggire approfittando di un’ala del penitenziario in cui erano in corso dei lavori. Alla fine, tutti erano stati ripresi ed erano tornati in cella.

A Natale dal Beccaria fuggirono in sette

«Dopo la clamorosa evasione multipla del Natale scorso, si ripresenta evidentemente in tutta la sua gravità il tema della sicurezza dell’Ipm milanese e, più in generale, delle strutture penali minorili» dichiara il Segretario Generale della Uilpa Polizia Penitenziaria, Gennarino De Fazio.
«Al netto delle capacità e della professionalità della Polizia penitenziaria – prosegue De Fazio – probabilmente le cose sarebbero andate diversamente se il ristretto non si fosse fatto male nel salto. Segno evidente di come e quanto la sicurezza e l’assolvimento delle funzioni carcerarie siano rimesse al fato molto più che all’efficace programmazione e all’efficiente organizzazione. Per di più, anche le ultime misure introdotte con il decreto-legge n. 123 del 15 settembre scorso in materia di contrasto alle baby gang non sembrano affatto risolutive rispetto alla gestione e all’operatività del circuito detentivo minorile. Continuiamo a pensare che il Ministro della Giustizia, Carlo Nordio, e il Governo Meloni, dovrebbero aprire un immediato tavolo di confronto sul tema dell’esecuzione penale, in particolare quella inframuraria, che necessita palesemente di interventi strutturali e di impatto straordinario e non dei placebo, peraltro spesso solo annunciati, di cui si discetta», conclude De Fazio.

18 Settembre 2023
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo