Alice nella Città 2023
1:35 pm, 12 Settembre 23 calendario
3 minuti di lettura lettura

Alice nella Città 2023 svela le prime novità

Di: Redazione Metronews
Alice nella città
condividi

Una nuova location rivolta al mondo dei cortometraggi, gli incontri di WomenLands per valorizzare le eccellenze femminili e l’anteprima del film To Leslie con l’attrice  rivelazione degli Oscar 2023 Andrea Riseboroug e primo titolo di una linea interamente dedicata a uno storytelling al femminile. Sono le prime novità della prossima edizione di Alice nella Città, la sezione autonoma e parallela della Festa del Cinema di Roma dedicata ai giovani, alla scoperta del talento e agli esordi. Sezione diretta da Fabia Bettini e Gianluca Giannelli e in programma quest’anno dal 18 al 29 ottobre.

Alice nella Città e lo Short Film Day

Alle tradizionali location dell’Auditorium Parco della Musica e dell’Auditorium Conciliazione, si aggiunge quest’anno anche il Palazzo delle Esposizioni che accoglierà la prima edizione degli Short Film Days. Ovvero, uno spazio di networking e coproduzione rivolto ai giovani talenti del mondo del cortometraggio e ai professionisti dell’audiovisivo. Realizzato con il supporto della Camera di Commercio di Roma, della Città metropolitana di Roma Capitale, di CNA Cinema e Audiovisivo,  Bnl Bnp Paribas, Unifrance, Siae. E della Fondazione Sardegna Film Commission, con Rai Cinema, Premiere Film e il Figari International Short Film.

Un luogo che sarà al tempo stesso anche un laboratorio creativo con tre giorni (18, 19 e 20 ottobre) di incontri, panel e occasioni di dibattito, il cui obiettivo sarà abituare i giovani autori e i giovani produttori allo scambio creativo e professionale. Un progetto che risponde a un chiaro desiderio, all’interno della scena cinematografica e dell’audiovisivo in generale, di trovare, oltre alle gerarchie stabilite, nuove forme di collaborazione. Il tutto allo per sperimentare, comprendere e rilanciare le diverse sfumature del potenziale di giovani registi. Un itinerario trasversale e ragionato, diviso in quattro momenti apicali, integrati e collegati tra loro: panel, coaching, pitching e networking lounge, che offriranno ai registi selezionati l’opportunità di presentare i loro nuovi progetti a potenziali produttori. I Paesi ospiti della prima edizione saranno Canada e Francia.

Gli appuntamenti legati agli incontri sono volti ad analizzare l’attuale situazione del mercato del cortometraggio. Le nuove dinamiche di finanziamento della produzione e distribuzione indipendenti; le sfide future dell’industria audiovisiva; le strategie di promozione. IL rapporto con il pubblico e la sala cinematografica.

To Leslie di Michael Morris con Andrea Riseborough

Alice nella città declinerà una parte della programmazione alle opere che pongono le protagoniste femminili al centro dello storytelling. Tra i primi film in cartellone l’acclamata opera prima To Leslie di Michael Morris inserita a sorpresa nella corsa agli Oscar 2023. Il tutto grazie alla straordinaria interpretazione di Andrea Riseborough.

Il film, girato in soli 18 giorni a bassissimo budget, è stato sostenuto per le nomination agli Academy Awards da una campagna social promossa da celebrità come Kate Winslet, Demi Moore, Susan Sarandon. Narra la storia di caduta e rinascita di una madre single ed ex alcolizzata che, nel cuore del Texas, combatte per ricostruire la sua vita. To Leslie arriverà in Italia grazie a Minerva Pictures.

Dopo l’evento dedicato a Russell Crowe, prosegue la collaborazione con Expo 2030. Il tutto con una serie di iniziative (in avvicinamento alla giornata di assegnazione del 28 novembre) volte a mettere in risalto il talento delle donne a riprova della sensibilità di Roma Capitale per il tema del gender gap e per una società sempre più inclusiva. Nasce così la linea di incontri dal titolo WomenLands dedicata alle eccellenze femminili italiane e internazionali.

Con Nastassja Kinski

Womanlands è una delle declinazioni chiave di People and Territories, il tema centrale e universale della candidatura italiana ad ospitare a Roma l’Expo del 2030, articolata su tre grandi capitoli o sottotemi. La rigenerazione, l’innovazione e l’inclusione. Womenlands è uno dei pilastri dell’inclusione e la candidatura della Capitale, fedele alla sua storia ed al suo essere “melting pot”, è da sempre simbolo di apertura senza distinzioni di genere, di ceto, di religione, di etnia e di cultura. Un sistema di valori non a caso sintetizzato dal posizionamento di comunicazione di Expo: “Humanlands”.

Il primo incontro avrà come protagonista Nastassja Kinski, grande interprete e icona di stile che sarà a Roma per ricevere il WomenLands Excellence Awards e per partecipare a un talk aperto al pubblico in cui racconterà il suo rapporto con l’Italia attraverso i film che l’hanno resa celebre.

Gli incontri di WomenLands prenderanno il via in occasione di Alice nella Città ma scandiranno la corsa finale per l’Expo 2030 proseguendo fino al 28 novembre a Parigi.

12 Settembre 2023
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo