Milano
4:25 pm, 11 Settembre 23 calendario
3 minuti di lettura lettura

Per Salvini Milano non è una città da piste ciclabili. Grave ciclista investita

Di: Redazione Metronews
condividi

Milano non è una città da piste ciclabili. Lo ha detto oggi il ministro delle Infrastrutture e del trasporti Matteo Salvini. «Io adoro andare in bicicletta laddove ci sono spazio e sicurezza, fare le piste ciclabili anche laddove le situazioni sono complicate può essere un rischio per tutti», ha detto Salvini,  sottolineando che «nel codice della strada nuovo metto una distanza minima oltre la quale l’automobilista non può superare».

Per Salvini «è chiaro che Milano è una città straordinaria, la più bella del mondo, la mia, alla quale sono legato, ma è una città piccola, è stretta e non ha i vialoni di Parigi o le ciclovie del Trentino – ha continuato il ministro – ne parlerò con il sindaco perché le vite vanno al di là del colore politico».

«Ho detto al sindaco Sala che lo aspetto quando vuole per parlare di Olimpiadi, metropolitane e biciclette», ha poi aggiunto. Ma Salvini ha parlato anche di monopattini e zone 30.

Salvini: «Non vieto i monopattini, sono liberale»

A Parigi «hanno vietato i monopattini dopo un referendum, la democrazia trionfa sempre, io non li vieto perché sono un liberale – ha continuato – ma semplicemente metto il limite di velocità, il divieto di uscire dai centri urbani, casco, targa e assicurazione perché anche il monopattino che viene truccato e va a 60 all’ora in tangenziale è un rischio per sé e per gli altri».

No del ministro a una città a 30 km/h

Sull’estensione delle “zone 30” a tutta Milano Salvini ha affermato: «Il limite di 30 all’ora ha senso dove ci sono posti sensibili e pericolosi, dire che in città si va tutti a 30 all’ora non ha nessun tipo di senso. Quindi occorre buon senso – ha concluso – E poi c’è il tema degli autovelox: piazzare gli autovelox fuori da un ospedale, dove ci sono tanti incidenti, o in prossimità di una scuola, ha un senso. Metterli a caso per fare cassa non ha senso, quindi metteremo una norma che regolamenta anche l’utilizzo degli autovelox».

Ciclista investita ricoverata in gravi condizioni

Solo poche ore dopo queste dichiarazioni, una ciclista di 55 anni è stata ricoverata in gravi condizioni all’ospedale Niguarda di Milano dopo essere stata investita da un’auto lungo i Navigli. L’incidente è avvenuto intorno alle 17.30 in via Ascanio Sforza all’altezza del civico 73. Dai primi accertamenti della Polizia locale la bicicletta procedeva verso la periferia nella stessa direzione dell’auto, poco più avanti. All’improvviso l’auto da dietro l’ha travolta per cause ancora da definire. La donna è stata soccorsa dai soccorritori del 118 e trasportata in codice rosso in pronto soccorso. La donna sarebbe in coma.

 

11 Settembre 2023
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo