spazio
5:07 pm, 7 Settembre 23 calendario

Anche Tokyo punta alla Luna: lanciati una sonda e un telescopio spaziale

Di: Redazione Metronews
condividi

Anche il Giappone vuole la Luna: ha lanciato con successo il vettore H2A con a bordo il nuovo telescopio spaziale Xrism che andrà a studiare l’evoluzione dell’universo e dello spazio-tempo e la sonda lunare Slim.

Il razzo H2A è stato lanciato alle 8:42 ora locale (23:42 Gmt di mercoledì) dal Centro spaziale Tanegashima. Secondo l’agenzia spaziale giapponese Japan Aerospace Exploration Agency (Jaxa), le prime fasi di lancio si sono svolte come previsto senza problemi.

Il Giappone e la Luna

“Il veicolo di lancio ha volato come previsto ed è stato confermato che Xrism è stato separato con successo dal vettore a circa 14 minuti e 9 secondi dopo il lancio mentre la sonda Slim si è separata circa 47 minuti e 33 secondi dopo il lancio” ha detto la Jaxa. “Desideriamo esprimere il nostro profondo apprezzamento per la collaborazione a tutte le parti coinvolte nel lancio di Xrism e Slim” ha commentato l’agenzia spaziale giapponese.

La Jaxa sta guidando la missione in collaborazione con la Nasa mentre l’Agenzia spaziale europea ha contribuito alla costruzione del telescopio, il che significa che agli astronomi europei verrà assegnata una parte del tempo di osservazione del telescopio. Xrism è una ricostruzione della missione giapponese Hitomi, il telescopio spaziale della Jaxa lanciato nel 2016 ma andato fuori controllo per settimane fino a quando il Giappone ha perso definitivamente il contatto.

Il razzo giapponese HIIA

La sonda lunare Slim rappresenta invece l’obiettivo della Jaxa di volere atterrare sulla Luna proprio mentre i Paesi più avanzati nelle missioni spaziali stanno riprendendo la corsa al nostro satellite naturale.

Slim ha un design leggero che potrebbe essere favorevole per l’esplorazione anche delle lune attorno ad altri pianeti come Marte. Se Slim avrà successo, sostiene la Jaxa, consentirà ad altre missioni di “atterrare dove possiamo e dove vogliamo atterrare”.

Il Giappone prevede che Slim entri nell’orbita lunare circa tre o quattro mesi dopo il lancio e si aspetta che raggiunga la superficie lunare in quattro o sei mesi. I dati raccolti dal Giappone sulla Luna verranno utilizzati come parte del grande progetto lunare Artemis guidato dagli Stati Uniti, che mira a inviare una nuova missione con equipaggio sulla Luna e far avanzare l’esplorazione lunare entro il 2026. Ma l’obiettivo a lungo termine che si pongono le maggiori agenzie spaziali del mondo è l’esplorazione umana di Marte.

India e Russia

Il 23 agosto l’India ha fatto atterrare con successo un veicolo spaziale sulla Luna mentre il tentativo della Russia è fallito e la sonda russa Luna-25 si schiantata sul satellite naturale fallendo la missione. Gli Stati Uniti, l’Unione Sovietica e la Cina erano stati in precedenza gli unici paesi a far atterrare con successo un veicolo spaziale lunare e storiche sono state le missioni Usa con i primi uomini ad atterrare sulla Luna.

L’Organizzazione indiana per la ricerca spaziale (Isro) si è congratulata con la Jaxa per il successo del lancio dell’imaging a raggi X e della missione di spettroscopia. “Congratulazioni @Jaxa per il successo del lancio del lander Slim sulla Luna. I migliori auguri per un altro sforzo lunare di successo da parte della comunità spaziale globale” ha affermato inoltre la Nasa.

7 Settembre 2023
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo