Milano
4:00 pm, 6 Settembre 23 calendario
3 minuti di lettura lettura

Il Comune blocca l’aumento dei biglietti Atm

Di: Redazione Metronews
condividi

Scongiurato, per ora, grazie al voto del Comune di Milano e di Città Metropolitana, l’aumento dei biglietti Atm, voluto invece da Regione Lombardia. Il confronto è andato in scena oggi, durante la riunione dell’Agenzia di Bacino per il trasporto pubblico locale convocata per oggi sul possibile aumento del biglietto dei mezzi pubblici per far fronte all’adeguamento Istat. In pratica, Palazzo Marino e Città Metropolitana hanno accettato di farsi carico degli aumenti dovuti alla legge votata dalla giunta Fontana in Regione (oltre 8,5 milioni di euro), senza gravare sugli utenti. Ma non basta, all’appello mancano ancora oltre 1,5 milioni di euro.

Da Comune e Città Metropolitana 7,9 milioni per evitare l’aumento

«Finalmente oggi sono chiare le posizioni dei componenti dell’assemblea di Bacino del Trasporto Pubblico di Milano e Monza: Regione Lombardia ha votato, unica, per l’aumento del biglietto del trasporto pubblico, il Comune di Milano no – ha spiegato  l’assessora alla Mobilità del Comune di Milano, Arianna Censi -. Insieme a noi ha votato la Città Metropolitana di Milano e il risultato è stato la non applicazione dell’aumento tariffario sul biglietto del trasporto pubblico per le loro quote, oltre all’85 per cento, e si faranno carico delle spese relative, rispettivamente 8 milioni e 759 mila euro e 218 mila euro».

Mancano 1,6 milioni

Nel corso della riunione, a quanto si apprende, la Provincia di Monza e Brianza e il Comune di Monza si sono astenuti mentre la Regione Lombardia si è espressa a favore dell’aumento dei biglietti. Il costo complessivo di un aumento sarebbe di oltre 10 milioni quindi rimane da capire, se Milano e la Città metropolitana copriranno la loro quota, chi metterà la parte mancante di circa 1,6 milioni di euro.

L’indicazione emersa dall’Agenzia di bacino, per il voto a maggioranza dei suoi membri, è stata quindi quella di non procedere all’aumento del biglietto. Tuttavia bisognerà ora capire come coprire la quota mancante. Per questo l’Agenzia stessa si prenderà qualche giorno per fare degli approfondimenti anche di tipo giuridico su come procedere prima di prendere una decisione definitiva.

6 Settembre 2023
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo