Milano
5:16 pm, 3 Luglio 23 calendario

Deragliamento di Lodi: operai condannati, assolti gli ad di Rfi e Alstom

Di: Redazione Metronews
condividi

 Tre anni di reclusione per due operai addetti alla manutenzione e dipendenti di Rfi e l’assoluzione del loro istruttore. Lo ha deciso il gup di Lodi Francesco Salerno al termine del processo, con rito abbreviato, per il deragliamento del Frecciarossa partito da Milano e diretto a Salerno. L’incidente era avvenuto il 6 febbraio 2020, in corrispondenza di uno scambio all’altezza del comune di Livraga, in provincia di Lodi, mentre viaggiava a 300 chilometri l’ora.

Nell’incidente di Lodi 2 morti e 30 feriti

Nell’incidente morirono i due macchinisti, Giuseppe Cicciù e Mario Dicuonzo e una trentina di persone rimasero ferite. I due operai manutentori la notte tra il 5 e il 6 febbraio 2020 lavorarono per risolvere un problema sullo scambio dell’alta velocità Milano-Bologna, installando però un attuatore difettoso. Assolto, invece, l’addetto alla formazione del team di operai specializzati. Lo stesso giudice ha prosciolto Maurizio Gentile, ex ad di Rfi, e Michele Viale amministratore delegato di Alstom Ferroviaria.   Nell’udienza di oggi il gup ha anche disposto il rinvio a giudizio per altri cinque imputati che saranno giudicati con rito ordinario.

3 Luglio 2023
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo