Roma
9:45 pm, 22 Giugno 23 calendario
4 minuti di lettura lettura

Omicidio di Sibora Gagani, il Dna incastra Marco Romeo

Di: Redazione Metronews
Sibora Gagani
condividi

Un’ulteriore svolta nell‘omicidio di Sibora Gagani, la ragazza italo albanese scomparsa nel 2014 in Spagna all’età di 22 anni. Il Dna incastra il fidanzato Marco Romeo. L’esame sui resti del corpo di una donna murata in Andalusia nell’appartamento del 45 enne di Nettuno conferma. Il codice genetico corrisponde e quello della 22 enne. Era stato lo stesso Romeo alcune settimane fa a rivelare alla polizia spagnola di aver ucciso Sibora, con la quale era fidanzato e di aver occultato il cadavere nell’abitazione che dividevano in Spagna.

Omicidio di Sibora Gagani, il Dna incastra Marco Romeo

Marco Gaio Romeo, falegname di Nettuno, nel 2011 aveva lasciato la cittadina sul mare per trasferirsi in Spagna con la giovanissima fidanzata di allora, Sibora Gagani. I due erano andati a vivere a Torre Molinos, Romeo aveva promesso a Sibora di sposarla e che le avrebbe garantito un avvenire insieme. La partenza improvvisa della ragazza, che aveva vissuto fino ad allora a Nettuno come Romeo, aveva gettato nello sconforto i suoi parenti, in particolare la madre.

Tre anni dopo il trasferimento a Torre Molinos Sibora era sparita all’improvviso. Il suo profilo Facebook era stato cancellato e il suo telefono risultava inattivo. Romeo aveva detto alla madre della ragazza che avevano litigato e che lei era sparita volontariamente. Una versione che non ha mai convinto la mamma di Sibora, che oggi trova una tragica conferma ai suoi sospetti.

La polizia spagnola aveva arrestato alcune settimane fa Marco Romeo per l0omicidio della sua attuale compagna, una donna di 28 anni già madre di due figli e che aveva dato alla luce il bambino suo e di Marco Romeo. L’uomo, al termine di una lite l’aveva uccisa con 14 coltellate.

Dopo l’arresto aveva rivelato agli investigatori spagnoli anche l’omicidio di Sibora, fornendo i dettagli macabri sulla sepoltura tra due pareti dell’appartamento che dividevano. Poi aveva ritrattato, ma la polizia ha verificato tutto. Lo scorso 6 giugno ha ritrovato il corpo di Sibora. Oggi ha avuto la conferma sulla sua identità attraverso l’esame del Dna.

 

22 Giugno 2023
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo