Roma
4:48 pm, 4 Maggio 23 calendario
3 minuti di lettura lettura

Ultima generazione topless in centro: bloccata via del Tritone

Di: Redazione Metronews
Ultima generazione topless
condividi

Ultima generazione, topless in centro per protestare contro l’uso del combustibile fossile. Il blitz questa mattina in via del Tritone. In sette si sono piazzati sulle strisce e si sono seduti dopo essersi incatenati. Sei degli attivisti, ragazzi e ragazze, erano a torso nudo. Un settimo si è spogliato completamente.

Ultima generazione, topless in centro

L’azione è durata pochi minuti, sul posto è intervenuta la polizia. Sulle schiene nude gli attivisti avevano la scritta “no fossile”. La protesta, come tutte le altre già messe a segno in centro e in periferia, come quelle lungo il Grande raccordo anulare, è contro l’utilizzo dei combustibili fossili.

Le forze dell’ordine hanno invitato i ragazzi a rivestirsi e li hanno poi accompagnati presso il commssariato Trevi Campo Marzio. Probabilmente saranno denunciati per atti osceni. Un’eventualità che gli attivisti hanno messo in conto e che anzi rivendicano: «Siamo osceni noi o un Governo che usa i soldi degli italiani per riempire le tasche delle aziende del fossile ( e che ci stanno portando al collasso?). Siamo osceni noi o un governo che manda a processo dei cittadini che chiedono con disperazione un futuro degno per loro e i loro figli? Oscena è l’inazione del Governo di fronte alle sofferenze dei propri cittadini. Osceno è un Senato che si schiera parte civile al processo. Oscene sono le accuse di associazione a delinquere. Osceno è chi, anche tra gli esponenti del Governo, continua a negare l’emergenza».

Il 12 maggio udienza per il blitz con vernice al Senato

Queste le parole pubblicate in un post sulla pagine Facebook di Ultima generazione, dove gli attivisti hanno indetto una manifestazione di protesta davanti a piazzale Clodio per il 12 maggio. Quel giorno infatti ci sarà l’udienza del processo contro i militanti che lo scorso gennaio imbrattarono la facciata del Senato.

4 Maggio 2023
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo