Torino
4:27 pm, 26 Aprile 23 calendario
3 minuti di lettura lettura

In manette la Banda della monetine

Di: Redazione Metronews
condividi

Dopo mesi di indagini, è finita in manette la “Banda delle monetine». In tutto sono  otto i cittadini originari del Perù (2 in carcere, uno ai domiciliari e 5 con obbligo di presentazione alla Pg) gravemente indiziati di furto aggravato, ricettazione e utilizzo fraudolento di carte di pagamento. Secondo l’indagine partita nel 2021, il gruppo di malviventi era specializzato nel derubare  soprattutto anziani, quasi sempre donne, che avvicinava nei pressi di a supermercati e cimiteri.

Almeno 80 i colpi portati a termine dalla banda. Il metodo era collaudato: lanciavano a terra delle monetine vicino all’auto di un anziano indaffarato nel bagaglio per fargli credere di averle appena perse. In genere era una donna a compiere il gesto, in modo da attirare l’attenzione su di sé.

A quel punto entravano in azione un complice, che rubava dall’auto la borsetta o il borsello dell’anziano, per correre poi via in auto, dove una terza persona faceva da palo. Poi cercavano velocemente i codici di accesso delle carte sul telefono o su un’agenda, così da prelevare nei minuti successivi migliaia di euro dai conti correnti o comprare beni in negozi di grandi firme.

Nel corso delle indagini i carabinieri hanno eseguito dieci arresti in flagranza, più tre ordinanze di custodia cautelare, insieme a un provvedimento di cattura internazionale emesso in Perù per un sudamericano ricercato per rapina a mano armata e sequestro di 25 persone, oltre a due fermi per ricettazione.

I carabinieri hanno anche sequestrato beni per complessivi 300.000 euro, oltre a 100.000 euro in contanti, che la banda aveva nascosto a casa di alcuni ignari anziani, attraverso delle donne peruviane che lavoravano come badanti.

leggi di più:
Falsi volantini nelle case Atc per truffare gli anziani

26 Aprile 2023
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo