Milano
4:27 pm, 2 Febbraio 23 calendario
3 minuti di lettura lettura

Dopo l’ennesimo incidente mortale, ciclisti in piazza per strade sicure

Di: Redazione Metronews
condividi

Una manifestazione di ciclisti per dire “basta morti in strada”. È quella indetta per sabato 4 febbraio dagli amianti della bicicletta milanesi il giorno dopo l’incidente di ieri, nel quale ha perso la vita una donna di 38 travolta con la sua bici da un camion in viale Brianza. L’appuntamento è fissato per le 15 in Piazzale Loreto angolo Viale Brianza. «Ci sdraieremo per terra fino alle 16. Ricorderemo – annunciano i promotori della manifestazione – chi ora non c’è più e chiederemo che la strada diventi ora di tutti, a partire dal più fragile. La manifestazione sarà ferma e pacifica ed è promossa da persone accomunate dall’idea che una città delle persone, con meno auto, è una città più sicura per tutti e meno inquinata».

Tra i promotori, Federico Del Prete (Presidente Legambici – Legambiente per la ciclabilità) e Claudio Dolente (FIAB MILANO CICLOBBY). La manifestazione è supportata dalla campagna “MILANO, Città delle persone”, avviata a settembre 2022 alla quale hanno aderito oltre 170 associazioni e 3.500 cittadini, che chiede al Comune misure come Città30, condizioni di ciclabilità sicura in tutta la città, pedonalizzazione delle strade davanti alle scuole.

«Per dare subito forma al cambiamento, si richiede anche al Comune di non sostenere in alcun modo – moralmente e/o economicamente – eventualità altre edizioni del MilanoMonza Motor Show e, anzi, di reintrodurre le domeniche a piedi. Le nostre richieste – si legge nella nota – sono già in vigore in molte città italiane ed europee. Rispetto all’incidente di ieri, per esempio, a Londra sono in vigore restrizioni e dispositivi di sicurezza obbligatori per i veicoli pesanti che devono attraversare la città».

2 Febbraio 2023
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo