Serie A
4:17 pm, 7 Gennaio 23 calendario
2 minuti di lettura lettura

Milan, Pioli cauto su Maignan. Ibra «torna a lavorare»

Di: Redazione Metronews
condividi

Stefano Pioli, dopo la vittoria sulla Salernitana, mette nel mirino la Roma, domenica sera a San Siro. Ma fa anche il punto su Maignan e Ibra. Per il rientro del primo purtroppo «non ci sono tempistiche». Mentre il secondo tornerà a lavorare in allenamento la settimana prossima.

Pioli su Maignan: «Non ci sono tempistiche certe»

Per il rientro di Maignan non ci sono tempi certi. Lo ha detto il tecnico del Milan Stefano Pioli in conferenza stampa alla vigilia della partita di campionato con la Roma. «Non vogliamo correre rischi, non sappiamo dire oggi se saranno due, tre o quattro settimane – ha aggiunto – Dobbiamo rispettare certe tempistiche, bisogna aspettare. Il muscolo non è ancora pronto». Insomma, notizie non incoraggianti. Si continuerà a fare affidamento su Tatarusanu.

Ibra torna ad allenarsi la settimana prossima

Quanto a Ibra, invece, «tornerà a lavorare la settimana prossima, come previsto dal suo programma di lavoro e dal chirurgo che l’ha operato. Poi da lì si vedrà». Si prevedono tempi abbastanza lunghi e incerti anche per Zlatan, ma almeno è un raggio di speranza. Anche se ormai il Milan ha dimostrato di aver acquisito una sua “autonomia” dalle prestazioni di Zlatan.

In campo lo stesso Milan di Salerno

Incombe però la Roma di Mourinho, e Pioli fa il punto così: «Saremo gli stessi di Salerno, 23 convocati, spero nei prossimi giorni di recuperare qualcuno anche in vista della partita di campionato con il Torino. De Ketalaere? Lo vedo bene, sta bene, è pronto dal punto di vista fisico e mentale. E’ un giocatore su cui faccio grande affidamento». In sostanza, Pioli contro la Roma dovrebbe confermare l’11 che ha battuto i campani.

Pioli sulla Roma: «Una squadra forte, ha battuto l’Inter»

La Roma? Pioli la vede così: «Una squadra forte e ben strutturata, completa. Abbina una buona costruzione di gioco a fisicità. Una squadra che ha battuto l’Inter e che rispetteremo tanto. Poi ci siamo noi con tutta la nostra volontà. Torniamo a San Siro dopo 50 giorni e lo faremo con entusiasmo ed energia». Quanto invece alla lotta per lo scudetto, per Pioli le cose non sono cambiate granché dopo la sconfitta del Napoli: «non siamo lì a contare i punti di distacco dal Napoli. Per provare a rivincere lo scudetto dobbiamo fare molti punti, dobbiamo alzare il nostro livello. Il Milan per me è stato una grande occasione, fin quando potrò me la giocherò al massimo».

«Io e Vialli ci siamo affrontati tantissime volte…perdiamo un campione»

Non poteva mancare, da parte di Pioli, un pensiero su Vialli: «Ho giocato con Vialli nell’Under 21, ci siamo affrontati tantissime volte, l’ho marcato spesso. Il 2023 non è iniziato bene, perdiamo un campione di sport e di vita per tutti i valori che ha sempre trasmesso. Una persona generosa, corretta, tenace, coerente. Una tristezza forte, mi sento di fare le nostre più sentite condoglianze alla sua famiglia e ai suoi cari. È stato “tanta roba”».

7 Gennaio 2023
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo