Serie A
3:56 pm, 7 Gennaio 23 calendario
2 minuti di lettura lettura

Curva Nord Lazio, ricorso respinto. Contro l’Empoli per Sinisa

Di: Redazione Metronews
condividi

La Corte Sportiva d’Appello della Figc ha respinto il ricorso della Lazio in merito alla chiusura del settore Curva Nord per la partita di Serie A contro l’Empoli in programma domani, domenica 8 gennaio, allo Stadio Olimpico. Il settore era stato squalificato a seguito dei cori di discriminazione razziale partiti dal settore ospiti e indirizzati ai calciatori Umtiti e Banda durante la partita Lecce-Lazio di mercoledì 4 gennaio, segnalati dal referto arbitrale e dalle relazioni dei collaboratori della Procura Federale.

Curva Nord, respinto il ricorso della Lazio. Ultras furiosi

La decisione è stata accolta da un comunicato polemico della tifoseria degli Ultras Lazio, che lancia accuse contro «il solito calcio ipocrita», quello dei «signori del pallone» impegnati nel «politicamente corretto». Gli stessi che «hanno acconsentito, per soldi, a disputare un mondiale in Qatar».

Sinisa Mihajlovic ai tempi della Lazio (Lapresse)

Curva Maestrelli: contro l’Empoli nel ricordo di Sinisa Mihajlovic

Da una curva all’altra, la Sud, intitolata a Maestrelli: qui sarà ricordato un grande laziale, Sinisa Mihajlovic, scomparso di recente dopo una estenuante malattia. In occasione della partita casalinga contro l’Empoli, infatti, in Curva Maestrelli verrà allestita una gigantografia con una delle immagini più iconiche di Sinisa che rimarrà per tutte le gare interne del mese di gennaio, quando la Lazio affronterà Bologna, Milan e Fiorentina (tutte squadre allenate dal serbo in carriera). Non solo: il Lazio Museum allestirà una mostra all’interno della tribuna Autorità dello Stadio Olimpico. Verrà esposta una sequenza di maglie storiche per ripercorrere la sua esperienza in biancoceleste, tra trionfi e vittorie scolpite nel tempo. «Magari potessi arrivarci io a 121 anni!», disse Mihajlovic in quel video. Si sbagliava: il suo ricordo andrà oltre, durerà per sempre.

Paolo Zanetti e l’aneddoto su Gianluca Vialli

Al ricordo di Mihajlovic, però, purtroppo non si può non associare quello di Gianluca Vialli, anche lui portato via, ieri, da un brutto male. L’allenatore dell’Empoli, Paolo Zanetti, ha citato un aneddoto che lo riguarda: «Mi aveva chiamato prima dell’inizio del campionato, aveva stima di me e voleva conoscermi. Per me è stato un piacere enorme e quella chiamata mi è rimasta dentro. Purtroppo è l’ennesima perdita che lascia un vuoto incredibile: si siederà a fianco di Pelè e dei tanti grandi campioni che ci hanno lasciato»

7 Gennaio 2023
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo