Iran
6:01 pm, 4 Gennaio 23 calendario

Iran, Khamenei: «Le donne che non portano l’hijab sono nostre stesse figlie»

Di: Redazione Metronews
condividi

IRAN Dopo la scarcerazione su cauzione dell’attrice iraniana Taraneh Alidoosti, la Guida Suprema Ali Khamenei ha insistito sulla «necessità per le donne, secondo la sharia, di indossare l’hijab», ma ha anche invitato a «non accusare chi non porta il velo in modo integrale di essere contro la religione o contro la Rivoluzione islamica». Lo riporta l’agenzia di stampa Tasnim.

Khamenei: «Sono nostre stesse figlie»

Dopo mesi di proteste anti-governative in Iran, durante le quali le donne iraniane hanno sempre più abbandonato l’uso dell’hijab per protestare contro l’ingerenza del governo nella vita privata dei cittadini e per chiedere maggiori libertà, arrivano le parole di Khamenei che ha sottolineato che le donne che indossano non correttamente l’hijab sono comunque «nostre stesse figlie».

Le critiche di Khamenei all’Occidente

La Guida Suprema non ha però detto nulla sull’obbligatorietà o meno del velo. Khamenei, come riportano i media iraniani, ha parlato in presenza di un gruppo di «donne istruite, madri scelte e attiviste nei campi culturali, sociali e scientifici», durante il quale ha aspramente criticato i Paesi occidentali, come riportano i media iraniani.

Teheran contro Charlie Hebdo

Queste affermazioni, per quanto sibilline, giungono dopo che il ministro degli Esteri iraniano, Hossein Amir-Abdollahian si era scagliato contro la rivista satirica francese Charlie Hebdo “colpevole” di aver pubblicato decine di caricature con protagonista proprio la Guida Suprema dell’Iran, l’ayatollah Ali Khamenei.

Le caricature di Khamenei sulla rivista satirica francese

In una delle vignette contestate da Teheran, Khamenei indossa un turbante con una miccia accesa, in un’altra un gruppo di atlete alza la sua testa come un trofeo. Ce ne sono anche alcune che ritraggono l’ayatollah lapidato da due donne nude e Khamenei, mentre annega in un mare di sangue, che tenta di salvarsi aggrappandosi a un cappio.

«Il governo francese non deve oltrepassare il limite»

L’atto «offensivo e indecente» della rivista francese non resterà «senza una risposta efficace e decisa», ha dichiarato in un tweet il capo della diplomazia di Teheran, sottolineando che «non permetteremo al governo francese di oltrepassare il limite. Hanno preso la strada sbagliata, decisamente».

4 Gennaio 2023
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo