7:35 pm, 22 Dicembre 22 calendario

Il 2022 di SportOne (Novembre)

A cura di ACS
condividi

I campionati nazionali di calcio fanno spazio ai Mondiali del Qatar, si conclude la stagione tennistica, inaspettati risultati per il rugby italiano, si spengono i motori delle due e quattro ruote, trionfa la Ducati mentre la Ferrari non raccoglie quelli che erano i presupposti d’inizio campionato.

Bagnaia e la Ducati sono campioni del mondo in MotoGp

Ametà del mese, la quindicesima giornata chiude il 2022 della Serie A prima della pausa per il Campionato del Mondo: continua la marcia inarrestabile del Napoli otto punti avanti rispetto al Milan, poco dietro la Juventus che risale grazie ad una serie di vittorie consecutive, poi Lazio e Inter; si riprenderà il 4 gennaio.

Tempo di verdetti per le competizioni europee per club.

In Champions League, passano il turno Napoli (prima nel Gr. A), Inter (seconda nel Gr. C di ferro davanti al Barcellona) e Milan (secondo dietro il Chelsea nel Gr. E), deludente oltre ogni aspettativa il cammino della Juventus che vince una sola partita e ne perde cinque, può accontentarsi della retrocessione in Europa League dove la Roma supera la fase a gironi come seconda classificata nel Gr. C, retrocede in Conference League la Lazio classificatasi al terzo posto del Gr. F. concluso con tutte le squadre a pari punti; sempre in Conference prosegue l’avventura europea della Fiorentina dove in virtù del secondo posto nel Gr. A, è costretta al play-off con una delle terze provenienti dall’Europa League.

Il sorteggio dei prossimi turni.

Champions League (ottavi di finale): Milan – Tottenham, Eintracht Francoforte – Napoli, Inter – Porto.

Europa League (spareggi per gli ottavi di finale): Juventus – Nantes, Salisburgo – Roma.

Conference League (spareggi per gli ottavi di finale): Lazio – Cluj, Braga – Fiorentina.

Cominciano i mondiali di calcio che siamo costretti a guardare in tv, l’Italia batte in amichevole l’Albania e perde in Austria.

Un fallimento sportivo ed economico, da considerare la proiezione dell’ipotetico crollo nel ranking Fifa essendo l’unica nazionale tra le prime sedici a non partecipare.

Ai titolo di coda la stagione del tennis.

Si gioca il torneo maschile di Parigi-Bercy, impresa in finale di Holger Rune su Djokovic che ai quarti di finale, aveva superato Lorenzo Musetti.

Negli Stati Uniti si giocano le Wta Finals che mettono di fronte le migliori tenniste, il torneo è vinto da Caroline Garcia su Aryna Sabalenka, al maschile il PalaAlpitour di Torino ospita

le Atp Finals, dove vince Djokovic in finale su Casper Ruud.

In Coppa Davis l’Italia batte gli Stati Uniti e accede in semifinale, certificando lo stato di grazia del movimento tennistico che seppur senza Berrettini e Sinner, assenti per infortunio, si regala un traguardo come non accadeva da molti anni, poi purtroppo battuti in rimonta dal Canada a cui bastano i due singolari per battere in finale l’Australia, vincendo la prima Davis della sua storia.

Importante fase per il rugby italiano, che lascia ben sperare per un cambio di passo atteso da molti anni, infatti la nazionale reduce dal successo contro Samoa, al Franchi di Firenze vince per la prima volta nella storia contro l’Australia (28-27).

Il 23enne Ange Capuozzo, nato in Francia dove approdò il nonno napoletano, è premiato ai World Rugby Awards di Montecarlo come “Rivelazione dell’Anno”.

Soddisfazione anche nella pallacanestro, con la qualificazione della nazionale maschile italiana ai prossimi campionati del mondo, fari puntati sulla possibilità di convocare Paolo Banchero, astro nascente di origini italiane del campionato Nba.

Termina la stagione dei motori sulle due e quattro ruote.

Sul circuito “Ricardo Tomo” nei pressi di Valencia, per Bagnaia e la sua Ducati basta la nona posizione per laurearsi campione del mondo nella MotoGp, successo di un pilota italiano (su moto italiana) che arriva dopo la storia scritta da Valentino Rossi.

Gli iridati di Moto2 e Moto3, sono rispettivamente Augusto Fernandez e Izan Guevara.

La Ducati trionfa anche nel Superbike con Alvaro Bautista.

Per la Formula 1, nel Gran Premo del Brasile vince Russell davanti Hamilton con la Mercedes che riscatta un campionato difficile, nell’atto conclusivo di Abu Dhabi ancora il sigillo di Verstappen, mentre il secondo posto di Leclerc permette al ferrarista di concludere secondo nella classifica piloti.

Lutto in casa Ferrari, si spegne a 87 anni Mauro Forghieri, ex direttore corse delle monoposto di Maranello che vinsero ben sette titoli costruttori negli anni ’70 e ’80.

Andrea La Rosa – SportOne

Ti ricordiamo che è disponibile su Amazon il libro “Sport One Greatest Hits”, che raccoglie i migliori articoli pubblicati nei primi 8 anni di vita del nostro blog.

22 Dicembre 2022 ( modificato il 16 Gennaio 2023 | 19:39 )
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo