Qatar 2022
11:11 pm, 2 Dicembre 22 calendario
4 minuti di lettura lettura

Storica (ma inutile) vittoria del Camerun sulla Seleçao

Di: Redazione Metronews
condividi

Una vittoria inutile ma comunque storica quella del Camerun sul Brasile per 1 a 0 nel match di questa sera valevole per il Girone G. In Brasile nessuno aveva preso in considerazione l’idea che la Seleçao potesse perdere contro una nazionale dell’Africa, fatto finora inedito, è invece accaduto. Così come le altre grandi squadre che forse non hanno affrontato con il piglio giusto l’ultimo impegno della fase a gironi, anche quella brasiliana, oggi imbottita di riserve, si è fatta sorprendere e a godere è stato il Camerun dell’uomo simbolo Aboubakar, il calciatore che si sente il migliore di tutti e che questa sera lo è stato sul serio, segnando nel recupero, al 92′, e con un bel colpo di testa, la rete che ha deciso il match.

Il Brasile, comunque qualificato agli ottavi, dove incontrerà il Giappone, ha avuto il torto di non aver concretizzato la superiortà avuta per lunghi tratti, si è dovuto inchinare ai Leoni Indomabili, nonostante gli sforzi dei vari Martinelli (l’oriundo italiano che la Figc ha tentato, invano, di convincere a scegliere l’azzurro), Bruno Guimaraes, Rodrygo e Antony, oltre a un Fabinho che ha schermato molto bene la difesa.

Il brasiliano Rodrygo

Intanto il ct Tite deve pensare a recuperare in fretta gli infortunati, in particolare Neymar, oggi presente allo stadio e che spera di farcela già da lunedì prossimo per la sfida degli ottavi contro la Corea del Sud: ma i medici sono meno ottimisti, il timore di una ricaduta è forte. E adesso bisognerà aggiornare la lista degli infortunati, aggiungendo il nome di Alex Telles, uscito dal campo piangendo per il timore che il suo Mondiale sia già finito.

L’infortunato Neymar

L’episodio che ha deciso la partita al 47′ del secondo tempo, quando Aboubakar ha segnato con un bel colpo di testa e poi, per la gioia, si è tolto la maglia dimenticando di essere già stato ammonito. Così è arrivato il secondo giallo e subito dopo il rosso, e il Camerun è rimasto in dieci per gli ultimi sei minuti di recupero, durante i quali il Brasile si è buttato in avanti alla ricerca del pareggio. Che non è arrivato perché Bruno Guimaraes due volte e Pedro hanno sprecato facili occasioni.

Vincent Aboubakar ammonito e poi espulso per essersi tolto la maglia dopo aver segnato il gol

Per il Camerun è stata una vittoria di Pirro: a conti fatti, i Leoni Indomabili escono dal Mondiale a causa di un gol segnato loro, nella prima partita, da un attaccante che in Camerun è nato, quell’Embolo che però gioca nella Svizzera e quel giorno non ha avuto la forza di festeggiare.

2 Dicembre 2022
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo