Milano
4:44 pm, 29 Novembre 22 calendario

Sgomberato l’area dell’ex supermercato di viale Suzzani

Di: Redazione Metronews
condividi

«Questa mattina, dopo le diverse interlocuzioni e le disponibilità di Aler a provvedere a mettere in sicurezza e assegnare gli spazi, la questura ha provveduto a coordinare le operazioni di allontanamento delle persone. Protezione civile del Comune di Milano ha raccolto le cose di alcune persone che non erano in grado di portarle via, così che possano riprenderle nei prossimi giorni. Ora Aler chiuda bene quegli spazi e soprattutto faccia in modo che il retro non sia accessibile, non è un parcheggio pubblico». Lo scrivo su Facebook Marco Granelli, assessore alla Sicurezza e Protezione civile del Comune di Milano, riferendosi allo sgombero dell’area antistante all’ex supermercato in viale Suzzani da tempo occupata da gruppi di extracomunitari irregolari.
«Dopo la chiusura del supermercato di proprietà di Aler -spiega Granelli- l’area del retro del supermercato era utilizzata come bivacco di persone senza dimora. Nel mese di novembre con assessorato Welfare e Protezione civile avevamo fatto due sopralluoghi serali dialogando con le persone e fornendo le opportunità di accoglienza e dei servizi. Contemporaneamente avevo segnalato ad Aler la necessità di intervenire per trovare un affittuario e ripristinare l’attività, perché purtroppo i luoghi abbandonati creano degrado nei quartieri. E nel frattempo avevo chiesto ad Aler di mettere in sicurezza la struttura e di portare via i rifiuti presenti ancora nell’area».

Sgombero Suzzani

Il Comune, avverte l’assessore, sta «mettendo a disposizione le accoglienze ordinarie e straordinarie e sta anche collaborando con le istituzioni competenti come la questura e la prefettura per fare in modo che il sistema della tutela dei diritti delle persone migranti e richiedenti protezione umanitaria funzioni al meglio». Anche perché «crediamo che la collaborazione fra le istituzioni possa aiutare le persone che hanno bisogno e nello stesso tempo il buon utilizzo del territorio e degli spazi nei quartieri eviti di creare degrado e di far percepire insicurezza ai cittadini. Ne avevamo parlato nei giorni e settimane scorse con il comitato dei cittadini della Bicocca e il Municipio 9, proprio per spiegare come stiamo agendo e come insieme si possono costruire risposte positive”. Dunque, conclude Granelli, “ringrazio il comitato e il Municipio 9 per l’aiuto e la collaborazione».

La Russa: via delinquenti e clandestini

Tutt’altra  lettura dei fatti quella di  Romano La Russa, membro della direzione nazionale di Fratelli d’Italia e assessore regionale lombardo alla Sicurezza: «Desidero ringraziare agli agenti della polizia di Stato, il questore e il prefetto che stanno riportando la legalità in un quartiere colpito dalla presenza di clandestini e di delinquenti. A questo sgombero si aggiunge l’intervento degli agenti, nelle prime ore dell’alba, per riportare ordine tra i bivacchi al Parco Nord e in via Cagni, fuori dall’ufficio della questura, dove centinaia di immigrati stazionavano, come ogni notte, in attesa del proprio turno per presentare le domande di protezione internazionale”

29 Novembre 2022
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo