Black Friday
1:48 pm, 24 Novembre 22 calendario
10 minuti di lettura lettura

Black Friday: vendita nel settore della moda a quota 500 milioni

Di: Redazione Metronews
Black Friday
condividi

Black Friday si, Black Friday no. Si avvicina la data dell’evento importato dagli Stati Uniti che, invece di durare un solo giorno e cioè il 25 novembre, indipendentemente dal settore merceologico, da un pò sta invadendo di messaggi promozionali più o meno chiari il web e qualche vetrina delle vie più commerciali.

Il Black Friday e la moda

Nella moda, dove dall’ideazione alla produzione fino alla vendita dei prodotti in vetrina può passare anche oltre un anno, sono molti gli operatori che sollevano perplessità, ma ci sono anche quelli più decisi a coglierne le opportunità di marketing. Federazione Moda Italia-Confcommercio stima un volume d’affari in linea con quello del 2021, che solo per i prodotti di moda si aggira sui 500 milioni di euro, e ritiene utile fare un pò di chiarezza e dare certezze al consumatore.

Per Giulio Felloni, presidente nazionale di Federazione Moda Italia-Confcommercio: «Il Black Friday impatta sicuramente sulle abitudini di acquisto degli italiani, ma anche sulle scelte degli operatori, in particolare della moda, che devono rispondere alla voglia dei consumatori di fare acquisti economicamente e ambientalmente sostenibili e alla necessità di diffondere maggior consapevolezza sul valore e la qualità dei prodotti in vendita. Ciascun operatore del fashion è libero di scegliere la migliore strategia per la sua clientela e la sua azienda, ma va da sè che quest’evento, che dovrebbe durare un solo giorno, per taluni soprattutto sul web dura anche una settimana e oltre. Operiamo su uno stesso mercato e quindi ci aspettiamo le stesse regole. Stiamo, però, ancora aspettando la web digital tax sui guadagni dei colossi del web che non pagano all’Italia le nostre stesse tasse. I consumatori richiedono certezze sull’origine dei prodotti e sulla trasparenza dei prezzi e sicuramente questo non può avvenire con continue promozioni che li disorientano e non li tutelano. I nostri negozi di moda – a differenza di altri settori – non solo non hanno incrementato i prezzi, ma contribuiscono a tenerli bassi anche sotto Natale e, con le loro vetrine addobbate, illuminano animi e città, rendendo più attraenti i nostri centri. Il nostro suggerimento ai consumatori è di chiedere sempre consigli e di fare acquisti nei negozi di fiducia, perchè la fiducia

Trend in crescita per gli elettrodomestici

Sarà un “Venerdì Nero” caratterizzato da un trend in decisa crescita dell’interesse verso gli elettrodomestici (+20,92% ottobre su settembre 2022) ma da una frenata di quello per l’elettronica di consumo (+1,79% ottobre su settembre 2022) e la tecnologia in generale (+ 2,02% settembre su ottobre 2022 ma – 43,30% ottobre 2022 su ottobre 2020). Si mantiene elevato il livello di attenzione per gli smartphones (+9,49% ottobre su settembre 2022). In area positiva anche il gaming elettronico (+3,63% ottobre su settembre 2022). Sono alcune delle tendenze degli italiani in Rete così come risultano alla vigilia del Black Friday dalla fotografia scattata dall’Osservatorio SevenData-ShinyStat, che analizza a cadenza mensile, avvalendosi di tecnologia interamente italiana, i dati di oltre 180.000 siti domestici. ShinyStat, infatti, grazie ad un’amplissima diffusione dei propri strumenti di web analytics, è in grado di intercettare 162 milioni di accessi/mese, costituendo così un punto di osservazione privilegiato del Web.
Nello stesso tempo, si riscontra una brusca frenata dell’abitudine a frequentare ristoranti (-17,40% settembre su ottobre 2022).

In salita l’attenzione verso energia e utility (+6,56% ottobre su settembre 2022), in brusca caduta gli alimentari (-13,94% ottobre su settembre 2022) e i prodotti farmaceutici (-11,29% ottobre su settembre 2022). Resiste la tendenza a navigare negli spazi online del largo consumo (+3,91% in ottobre su settembre) mentre si mantiene prudente quella di andare sui siti del commercio al dettaglio (-0,18% ottobre su settembre).

In territorio positivo l’E-commerce

In territorio positivo l’E-commerce (+0,48% ottobre su settembre 2022). Commentando i dati dell’Osservatorio, Fabrizio Vigo ceo e founder di SevenData ha dichiarato:» Dalla carrellata sui consumi dell’Osservatorio Shinystat di SevenData emerge un quadro caratterizzato da trend eterogenei a partire da una situazione di mercato connotata dallo shock energetico e dalla crisi geo-politica ma, al tempo stesso, dagli effetti ancora positivi dell’andamento economico del 2022. Grazie allo strumento proprietario di Web Analytics e al monitoraggio di oltre 180.000 siti si riesce, ciononostante, a cogliere le differenze di attitudine degli italiani anche all’interno di uno stesso ambito di spesa. E’ il caso, per esempio, di quanto avviene nel fashion, nel make up o nel comparto baby care. Siamo, in sintesi, in una fase non ancora stabilizzata così come emerge dalla fotografia restituita dai dati, che richiede, sia da parte di chi studia gli scenari socio-economici sia da parte della business community in generale, un atteggiamento flessibile, così da potere rilevare spinte e tendenze che apparentemente risultano contrastanti. Il Black Friday, di conseguenza, diventa un’opportunità fuori dal comune per studiare l’evoluzione dei macro-trend che connotano la presente congiuntura su scala nazionale ma anche globale».

Il comportamento del cervello durante il Black friday

“Come si comporterà il cervello nel Black Friday 2022? Molte risposte arrivano dalla neurovendita, il campo che lega neuroscienze e business. Il comportamento dei clienti durante il Black Friday potrebbe apparire estremamente razionale. Trovare lo stesso prodotto ad un prezzo minore è un motivo logico per acquistare. Se poi si considera un 2022 con un’inflazione ‘monstrè, allora la ricerca dell’offerta diventa ancora più rilevante”. A dirlo Lorenzo Dornetti, direttore del Neurovendita Lab.

“Il report di Idealo – spiega – conferma che il 65% degli acquirenti online prevede di comprare durante il Black Friday, ma con un budget inferiore rispetto al 2021, passando da 272 a 251 euro. Se pensiamo al Black Friday come momento in cui molti acquistano i regali di Natale, sulla base di questa dinamica razionale, è altamente probabile prevederne il successo, soprattutto in questo momento storico di spasmodica attenzione al prezzo”.
“L’esigenza razionale – continua – non spiega la diffusione del fenomeno in chi non ha problematiche economiche, ovvero le persone che potrebbero comprare beni e servizi anche a prezzo pieno. Inoltre, le categorie merceologiche in cui si compra maggiormente nel Black Friday (tecnologia, moda, design, profumi) non si associano al bisogno di risparmiare, si tratta di acquisti voluttuari e non necessari. Il premio Nobel Thaler ha dimostrato che, oltre al piacere per l’acquisto, esiste un piacere aggiunto legato all’idea di aver fatto un buon affare. Sapere di comprare ad una cifra vantaggiosa, genera nel consumatore un benessere ulteriore, che talvolta supera quello connesso al semplice acquisto. Scovare l’affare aumenta l’autostima e fa stare meglio. È diffusa l’abitudine di annotarsi i prezzi prima del Black Friday per misurare la riduzione nella richiesta da parte di chi vende. Dietro questo comportamento apparentemente razionale, si nasconde la ricerca di una dose di piacere aggiuntivo”.

24 Novembre 2022
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo