ucraina
9:43 am, 10 Ottobre 22 calendario

Pioggia di missili su Kiev, massacro di civili. Putin: “Reazione Russia sarà dura”

Di: Redazione Metronews
condividi

Kiev è sotto attacco massiccio da parte dei missili russi.

E’ salito a 10 il numero dei morti e a 60 quello dei feriti nei raid russi contro Kiev ed altre città ucraine. Lo hanno reso noti di polizia locali.

«Questa mattina l’aggressore ha lanciato 75 missili» contro l’Ucraina, “41 dei quali sono stati intercettati dalla nostra difesa aerea”: lo ha detto su Telegram il capo di stato maggiore dell’esercito ucraino, Valeri Zaluzhny, aggiungendo che la Russia ha utilizzato anche droni negli attacchi delle ultime ore.

“Ci sono persone sotto le macerie … I soccorritori stanno lavorando per salvarle il prima possibile”, ha scritto su Telegram Oleksii Kuleba, capo dell’amministrazione militare regionale di Kiev, riferendosi ai cittadini intrappolati sotto i resti degli edifici nella regione di Kiev dopo gli attacchi missilistici russi di stamattina nella capitale ucraina.
Kuleba ha affermato che gli attacchi hanno danneggiato “infrastrutture critiche” e potrebbero esserci “possibili interruzioni di corrente e dell’approvvigionamento idrico” e ha consigliato ai residenti di fare scorta d’acqua e caricare i cellulari.

L’allerta aerea a Kiev si è conclusa, dopo quasi 6 ore. Lanciata alle 06.47 ora locale di questa mattina, è stata revocata alle 12.25, scrive il Guardian. Su Twitter il deputato ucraino Roman Hryshchuk afferma che è l’allerta più lunga a Kiev dall’invasione russa del 24 febbraio.

“Attacchi partiti anche da Bielorussia”

Lo Stato maggiore dell’esercito ucraino ha accusato la Russia di aver utilizzato negli attacchi di questa mattina anche droni iraniani facendoli partire dalla Bielorussia.

“Il nemico ha usato droni iraniani, modello Shahed-136, lanciati dal territorio della Bielorussia e contemporaneamente dalla Crimea occupata”, si legge in una nota dello Stato Maggiore ucraino pubblicata su Facebook, precisando che la difesa aerea ne ha distrutti 9.

Colpito consolato della Germania

La sezione visti del consolato tedesco a Kiev sarebbe stata colpita  durante i pesanti attacchi russi alla capitale ucraina Kiev. Lo riporta la Bild. L’ex presidente della Fondazione Boll di Kiev, Sergej Sumlenny, ha postato foto su Twitter e scritto al cancelliere Olaf Scholz e al ministro degli Esteri Annalena Baerbock: «Potreste inviare un paio di carri armati Leopard a controllare la situazione in loco?».

Putin: “Risposta dura” per attacco a ponte Crimea

Il presidente russo Vladimir Putin ha promesso una “risposta dura” agli attacchi contro la Russia. In un discorso trasmesso dalla televisione di Stato russa, Putin ha quindi “giustificato i raid condotti oggi contro diverse città dell’Ucraina, compresa la capitale Kiev, come una rappresaglia per quella che ha definito una “azione terroristica” contro il territorio russo, ovvero il ponte Kerch in Crimea.
“Se continueranno gli attacchi contro la Russia, la risposta sarà dura”, ha dichiarato Putin, affermando che “le risposte saranno della stessa portata delle minacce alla Russia”. Quindi, ha aggiunto, ”in caso di ulteriori tentativi di compiere atti terroristici sul nostro territorio, la risposta della Russia sarà dura”.

10 Ottobre 2022
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo