elezioni 2022
4:53 pm, 4 Settembre 22 calendario

Nuovo scontro Pd-Terzo Polo. Letta: “Job’s Act archiviato”. Renzi: “Stategli vicino…”

Di: Redazione Metronews
Appello Pd a Calenda
condividi

Un nuovo scontro, stavolta sui temi del lavoro e del Job’s Act, tra Matteo Renzi ed Enrico Letta.

Job’s Act, scontro tra Letta e Renzi

«Il programma del Pd supera finalmente il Jobs Act, sul modello di quanto fatto in Spagna contro il lavoro povero e precario. Il blairismo è archiviato. In tutta Europa sono rimasti solo Renzi e Calenda ad agitarlo come un feticcio ideologico», scrive  su Twitter il segretario Pd Enrico Letta.

Renzi

«Enrico Letta è ossessionato da noi: ogni giorno un attacco. Oggi ha detto che lui, Di Maio e Fratoianni archivieranno Blair, dopo aver abolito la povertà col reddito di cittadinanza. Chi gli vuole bene, gli stia vicino», ribatte su Twitter, Matteo Renzi.

Dal quartier generale del Pd viene sottolineato che «al di là del linguaggio scadente dei tweet in batteria, si conferma una dissociazione dalla realtà». Quanto alle ragioni degli attacchi quotidiani, dal Nazareno rispondono che «non c’è niente da fare: lui e i suoi pretoriani – oltre che al due per cento dei sondaggi, per cui hanno dovuto regalare il simbolo a Calenda pur di entrare in tre o quattro in Parlamento – sono rimasti inchiodati con la testa a Palazzo Chigi, alla pizza e birra con Blair per darsi un allure riformista (ma con un paio di decenni di ritardo!), al mito poietico dei 1000 giorni a cui credono solo loro».

Bellanova: “Neuro urgente”

“Una neuro urgente per Letta – scrive su Twitter la Viceministra e presidente e senatrice di Italia Viva Teresa Bellanova – Il Job’s Act fu votato dal Parlamento e proposto dal governo che vedeva ministri Pd, dirigenti e attuali candidati di Letta. Va bene la campagna elettorale, ma prendere in giro le persone no. Che abbia letto i sondaggi e stia avendo paura?”.

4 Settembre 2022
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo