Milano
12:40 pm, 17 Agosto 22 calendario
2 minuti di lettura lettura

Giovane eritrea accoltellata in piazza della Repubblica

Di: Redazione Metronews
condividi

Una giovane donna eritrea, di 22 anni, è stata accoltellata stamattina in piazza della Repubblica. Il suo assalitore, un 38enne pure lui eritreo, è stato fermato. Pare che abbia agito per motivi passionali (foto Lapresse).

Il coltello usato dall’aggressore (Lapresse)

Giovane eritrea accoltellata: ricoverata in codice giallo

La donna è stata ricoverata in codice giallo per aver subito diverse ferite all’addome. Ma è stata sottoposta a intervento chirurgico urgente per la perforazione di un polmone.

Il punto in cui è avvenuta l’aggressione (Lapresse)

La lite in piazza della Repubblica alle 8

Il dramma è avvenuto nella centralissima piazza della Repubblica verso le 8 di questa mattina. I passanti hanno visto una giovane coppia litigare furiosamente. Ad un certo punto, l’uomo, un 38enne eritreo ma con permesso di soggiorno tedesco, ha estratto un coltello e ha iniziato a colpire la donna, che, priva di documenti, ha riportato tagli al torace e all’addome ed è stata portata all’ospedale Fatebenefratelli in codice giallo. I medici, però, hanno riscontrato che uno dei fendenti ha lesionato un polmone. Ad indagare è la polizia di Stato, che sta raccogliendo le testimonianze dei presenti, tra cui tre testimoni eritrei (nel vicino quartiere di Porta Venezia, attorno a piazza Oberdan, risiedono molti membro della comunità africana) che hanno assistito alla lite, scoppiata probabilmente per ragioni sentimentali.

L’aggressore fermato per tentato omicidio

Il 38enne è stato portato in quesrura, dove è stato sentito con i tre connazionali testimoni. E’ indagato per tentato omicidio.

Eritrea accoltellata, il commento dell’ex candidato sindaco Bernardo

Sul caso interviene a commentare anche la politica. Luca Bernardo, già candidato a sindaco per il centrodestra e capogruppo della lista civica a Palazzo Marino, ha detto: «L’auspicio è che davvero si superino tutti gli steccati ideologici e si faccia di più per rendere la nostra città più sicura. Una presenza capillare delle forze dell’ordine e la necessità di presidi dell’Esercito sono richieste da tradurre nella realtà. Il Comitato sicurezza lavora bene, ma occorre un impegno maggiore da parte di tutti».

17 Agosto 2022
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo