Roma
11:24 am, 8 Agosto 22 calendario
2 minuti di lettura lettura

Spallanzani, vaccinazioni contro il vaiolo delle scimmie

Di: Redazione Metronews
Spallanzani vaccinazioni vaiolo scimmie
condividi

Sono partite questa mattina all’ospedale Spallanzani di Roma le vaccinazioni contro il vaiolo delle scimmie. «Saranno una decina le somministrazioni odierne ma sono già 500 coloro che hanno espresso la volontà di vaccinarsi». Lo dice l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato. «Ricordo che le regole per la vaccinazione sono contenute nella circolare del ministero della salute», ha aggiunto.

Spallanzani, vaccinazioni contro il vaiolo delle scimmie

Come già detto, Sono al momento circa 500 le richieste di prenotazione arrivate via mail e nella giornata di oggi saranno vaccinate una decina di persone.

Alla regione Lazio – seconda per numero di casi dopo la Lombardia – come prevede la circolare del ministero della Salute, sono destinate 1.200 dosi di vaccino. Complessivamente in Italia – nelle quattro regioni più colpite dal vaiolo delle scimmie, ovvero Lombardia, Lazio, Emilia-Romagna e Veneto, saranno distribuite 4.200 dosi di vaccino.

Campagna di vaccinazione mirata

Attualmente la campagna di vaccinazione non sarà di massa ma è rivolta alle categorie a rischio indicate dalla circolare del ministero.

Nello specifico la somministrazione è disponibile per il «personale di laboratorio con possibile esposizione diretta a orthopoxvirus (vaiolo delle scimmie)». «Persone gay, transgender, bisessuali e altri uomini che hanno rapporti sessuali con uomini (Msm), che rientrano nei seguenti criteri di rischio: storia recente (ultimi 3 mesi) con più partner sessuali; e/o partecipazione a eventi di sesso di gruppo; e/o partecipazione a incontri sessuali in locali/club/cruising/saune; e/o recente infezione sessualmente trasmessa (almeno un episodio nell’ultimo anno); e/o abitudine alla pratica di associare gli atti sessuali al consumo di droghe chimiche (Chemsex)».

8 Agosto 2022
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo