Rassegne Milano
10:27 am, 3 Agosto 22 calendario

Il Vapore d’Estate in Fabbrica tra danza, note e arte

Di: Redazione Metronews
condividi

RASSEGNE In agosto la Fabbrica del Vapore rimane aperta con tanti appuntamenti tra danza, musica e arti visive proposti da Vapore d’estate, la programmazione estiva condivisa dalle realtà attualmente residenti in via Procaccini 4. Così fino al 9 ottobre Vapore d’estate, giunta alla sua terza edizione, abiterà diversi spazi di Fabbrica, al chiuso e all’aperto, snodandosi tra concerti, proiezioni, spettacoli e performance, mostre e attività dedicate al pubblico più giovane.

Danza, musica e arti visive a Vapore d’Estate

Il mese di agosto è all’insegna di danza, musica e arti visive nel nuovo palco esterno immerso nel verde e in Cattedrale.

Proprio in  Cattedrale è visitabile tutti i giorni dalle 16 alle 22 con ingresso libero la mostra You will find me if you want me in the garden, progetto collettivo di Studio Azzurro, Careof, Ariella Vidach-Aiep, Fattoria Vittadini e mdi ensemble.

L’installazione nella Cattedrale

Una grande installazione multipla che si articola negli spazi di Cattedrale, producendo uno scenario mobile e partecipato. I tre grandi paracadute rovesciati de Il soffio sull’angelo di Studio Azzurro galleggiano, popolati di corpi proiettati che reagiscono al soffio dei visitatori; sotto, il trittico video proposto da Careof, i corpi di creta dell’installazione sonora di mdi ensemble Omaggio ad Alvin Lucier, grande protagonista della scena musicale sperimentale recentemente scomparso, e l’installazione di performing photography FeMale di Fragile Artists proposta da Fattoria Vittadini.

Vapore d’Estate tra musica e danza

Gli appuntamenti live, invece, prevedono per domani la prima delle due serate di danza th!nk p!nk, dedicate alla creatività al femminile. Dalle 19 si alterneranno diverse performance tra cui FeMale di Fragile Artists che coinvolgerà il pubblico in un viaggio di indagine tra maschile e femminile, la performance tra danza e poesia Via Rivolta! di Alessandra Bordino, i talk con gli artisti, e, per concludere, una selezione di video “a tema” a cura di ZED Festival Internazionale di videodanza.

Il secondo appuntamento in rosa si terrà l’11 agosto con Luce Sant’Ambrogio, attrice del collettivo Amleta e autrice di Chi può fare Giulietta? Questioni per una politica performativa dei ruoli oltre i generi, oltre alla replica di FeMale di Fragile Artists.

Il Theremin di Gak Sato suona alla Fabbrica del Vapore

Venerdì 5 agosto Vapore d’Estate torna alla musica con un artista internazionale: Gak Sato, produttore musicale, compositore, sound artist, strumentista ed esecutore al Theremin tra i più conosciuti in Italia e in Europa. Animatore della scena musicale milanese e italiana (si trasferisce a Milano dal Giappone nel 1990), Gak Sato propone PG live set, un lavoro dedicato a Pietro Grossi, l’iniziatore della computer music in Italia negli anni’60. Un esperienza sonora che mette insieme musiche di diversa provenienza estetica, dalla techno all’elettronica sperimentale, alle forme più contemporanee, utilizzando strumenti quali il Theremin, synth digitali e strumenti acustici.

Vapore d’Estate versione swing anni ’30 e ’40

La danza sarà nuovamente sul palco il 9 agosto con Swing di una notte di mezza estate a cura di Giggle Wiggle Swing, una serata a tutto swing che catapulterà il pubblico negli anni ’30-’40 con musica retrò, dj set , show, social dance e la possibilità di imparare i primi passi con una piccola lezione.

La danza si ibrida e sposa altri media

Danza che si ibrida con altri media a Vapore d’Estate il 22 e 23 agosto: alle 20.30 sarà di scena  ELLE_Vive di Ariella Vidach – AiEP, performance che riflette sul tema della riproducibilità in cui un’interprete femminile interagisce con il proprio avatar grazie all’uso di una telecamera interattiva, seguito il 23 alle 21.30 da Clouds di Maura Di Vietri / Fattoria Vittadini, un viaggio attraverso diversi linguaggi artistici: la performance, il video e l’arte visiva, la fotografia, la pittura del corpo, la composizione sonora originale per la scena.

Le arti visive riflettono sul sé digitale

Le arti visive a Vapore d’Estate riprenderanno il 23 agosto con Am I a Spy? a cura di Careof, un workshop collaborativo che intende riflettere sull’estensione del sé digitale. Coinvolge il prof. Warren Taylor e gli studenti del Monash Art Design and Architecture di Melbourne (AUS).

Il programma completo di Vapore d’Estate è consultabile su www.vaporedistrict.org

 

 

 

3 Agosto 2022
© RIPRODUZIONE RISERVATA