Mondiali di Atletica
4:12 pm, 20 Luglio 22 calendario
4 minuti di lettura lettura

Vallortigara bronzo nell’alto, Tortu fuori dalla finale dei 200

Di: Redazione Metronews
condividi

ATLETICA – Grande Elena Vallortigara medaglia di bronzo nel salto in alto a Eugene. Peccato invece per Filippo Tortu, fuori dalla finale dei 200 per pochi millesimi.

Vallortigara bronzo nel salto in alto: 2 metri

Elena Vallortigara (foto Fidal) ha dunque conquistato la medaglia di bronzo ai Campionati mondiali di atletica leggera di Eugene. L’azzurra ha valicato quota 2,00 metri, poi ha fatto tre nulli a 2,02. L’ultima italiana a vincere una medaglia iridata nel salto in alto era stata Antonietta Di Martino, argento nel 2011 a Daegu.

Un altro acuto dopo Antonietta Di Martino

Il bronzo di Elena Vallortigara è la quarta medaglia azzurra al femminile nel salto in alto ai Campionati mondiali. Tra il 2007 ed il 2011, Antonietta Di Martino si era messa al collo l’argento a Osaka 2007, il bronzo a Berlino 2009 e il bronzo a Daegu 2011. Sara Simeoni, campionessa olimpica ed europea, ai Mondiali prese parte solo alle prima edizione, Helsinki ’83, dove venne eliminata nelle qualificazioni. A Roma ’87 non partecipò perchè si era ritirata l’anno precedente.

Per la Vallortigara una medaglia che vale una carriera

Grande la soddisfazione dell’atleta: «Questa medaglia l’ho desiderata, sognata, ne ho avuto paura, per tanto tempo e dopo la delusione di Tokyo volevo scrivere un altro finale. Ho trent’anni, quasi trentuno, non farò tante altre stagioni nell’atletica ma ho promesso a me stessa che questo obiettivo della medaglia mondiale l’avrei raggiunto». E ha aggiunto: «E’ sicuramente è una medaglia che vale una carriera e spero non sia l’unica – ha affermato Elena che è anche dottoressa in scienze e tecniche psicologiche e ogni sera segue il “rito” di bere la tisana -. Penso di aver aperto un altro mondo a me stessa con questa manifestazione, sono veramente felice e orgogliosa di me, del mio allenatore Stefano Giardi, del nostro lavoro, di tutto quello che è stato fatto per arrivare fin qui».

Filippo Tortu fuori dalla finale dei 200 per 3 millesimi

Per appena tre millesimi, invece, Filippo Tortu è rimasto escluso dalla finale mondiale dei 200 metri. All’azzurro non è bastato correre in semifinale il nuovo primato personale di 20″10.096, secondo tempo di sempre in Italia dopo il leggendario 19″72 di Pietro Mennea. Nella terza semifinale, Tortu è stato preceduto dall’americano Erriyon Knighton primo con 19″77 ed il canadese Aaron Brown con 20″10.096. La finale è in programma venerdì alle ore 4,50. Dopo Jacobs e Tamberi, dunque, è arrivata un’altra mancata gioia da parte di coloro che a Tokyo furono “eroi”.

20 Luglio 2022
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo