Torino
4:56 pm, 14 Luglio 22 calendario

Dal 26 luglio per le strade di Torino due mini bus senza conducente

Di: Redazione Metronews
condividi

A Torino si sperimenta ancora la mobilità del futuro. La città sarà la prima in Italia a sperimentare i bus a guida autonoma dedicati al trasporto pubblico. Li ha presentati Gtt giovedì mattina. Si tratta di due navette , (realizzate da Navya)che a partire dal 26 luglio verranno sperimentate su strada e da ottobre diventeranno dei mezzi attivi per 6 ore nei giorni feriali e 4 ore nei giorni festivi, che potranno essere utilizzati dai cittadini previa prenotazione tramite un’applicazione per smartphone. L’app si chiama auTonomo GTT e potrà essere scaricata per i dispositivi Android e iOS.

Bus a chiamata

I veicoli circoleranno sul percorso sperimentale di circa 2 chilometri, allestito attraverso specifica segnaletica, nella zona degli ospedali cittadini (ex Molinette, Sant’Anna, CTO,  complesso Città della Salute e della Scienza).Il progetto pilota di Torino, coordinato dalla Fondazione LINKS e gestito da GTT, offre un trasporto pubblico flessibile a chiamata (il percorso è predefinito ma non fisso, come non sono fissi gli orari) su veicoli a guida autonoma. Il servizio, gratuito e accessibile anche alle persone con disabilità, sarà a chiamata e ogni navetta può ospitare fino a 14 passeggeri. Nei 6 mesi di sperimentazione i mezzi saranno in servizio 6 ore nei giorni feriali e 4 nei festivi e ore festivi.

Autista presente come supervisore

All’interno delle navette vi sarà un autista GTT che potrà guidare il mezzo in caso di necessità attraverso un joypad della xbox. «Lo dovrà usare il supervisore nel caso in cui la navetta dovrà essere guidata in modalità manuale – spiega Marco Zanini di GTT – La sperimentazione servirà per comprendere le criticità tecniche, ma anche la percezione da parte della cittadinanza. Questo sistema è integrato che si inserisce nella rete di trasporto a tre livelli: metropolitana, mezzi di superficie e le navette a supporto che possono raggiungere zone che attualmente con i mezzi da dodici e diciotto metri non possono essere toccate».

 

14 Luglio 2022
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo