roma
4:26 pm, 9 Luglio 22 calendario

Trovato un arsenale di armi fabbricate con stampante 3D

Di: Redazione Metronews
Trovato un arsenale
condividi

Trovato un arsenale di armi “fantasma” fabbricate con stampante 3D: 11 mitragliatrici assemblate e perfettamente funzionanti e 50 fucili con i pezzi pronti solo da montare.

Nella villetta di un informatico

A tenerle nella sua villetta a Formello, dopo averle prodotte illegalmente, era un 40enne informatico incensurato. La moglie e i figli, che vivono con lui nella villetta alle porte di Roma, non sapevano nulla.

Le armi erano occultate in un borsone messo sotto il letto e probabilmente sarebbero state immesse con un altissimo guadagno sul mercato clandestino, dove c’è richiesta di pistole e fucili anonimi in quanto privi di qualsiasi matricola e non riconducibili ad alcuna persona fisica. A tradire l’insospettabile 40enne è stato un incidente: maneggiando le armi si è ferito gravemente ad una mano ed è andato in ospedale. Qui i medici hanno avvertito le forze dell’ordine che sono andate a fare un controllo nella villetta. Scovato l’arsenale, l’uomo è stato arrestato.

Un arsenale fabbricato con stampante 3D

Le armi “fantasma” sono divenute argomento di cronaca nel 2013, quando negli Usa il 25enne texano Cody Wilson, fondatore del collettivo open source Defence Distributed, ideò un prototipo di pistola 3D interamente realizzato in plastica e mise il progetto online scaricabile gratuitamente: nei due giorni in cui fu disponibile, il file venne prelevato più di 100 mila volte da utenti collegati in tutte le parti del mondo.

Ne seguì un contenzioso legale, che vide più volte il progetto riproposto comunque sul web. Nel 2020 le armi 3D hanno fatto un ulteriore salto di qualità, con la messa a disposizione sul web di un progetto per stampare un fucile semiautomatico completamente fatto in casa, con poche componenti metalliche reperibili comunque online e per un costo di appena 350 dollari.

9 Luglio 2022
© RIPRODUZIONE RISERVATA