3:34 pm, 30 Giugno 22 calendario

Trenord: nuova mattinata di passione. Colpa di Rfi

Di: Redazione Metronews
condividi

Nuova, ennesima, mattinata di passione per i passeggeri di Trenord. Dalle sei di questa mattina fino all’ora di pranzo, infatti, la circolazione dei treni ha subito forti ritardi e cancellazioni a causa di un “inconveniente tecnico” all’apparato che regola il traffico della stazione di Lambrate. Un guasto, ascrivibile a Rete Ferroviaria Italiana (Rfi) che ha determinato ritardi fino a 100 minuti. Lentamente la circolazione è ripresa, ma i disagi si sono riverberati a cascata su tutti i treni.

Scontro Regione-Rfi

Un ennesimo disservizio che ha riaperto lo scontro tra Regione Lombardia, che gestisce il trasporto ferroviario locale, e Rfi, che ha in gestione la rete infrastrutturale. Di «Una situazione inaccettabile», ha parlato subito l’assessore lombardo Claudia Terzi. «Anche questa mattina si sono verificati gravi disservizi sulla rete ferroviaria a causa di guasti agli impianti di Rfi sul nodo di Milano», ha sottolineato  l’assessore, evidenziando come i guasti abbiano determinato “ritardi fino a 100 minuti sulle linee provenienti dall’Est e dal sud della Lombardia, coinvolgendo un centinaio di treni regionali».

L’assessore regionale ai Trasporti, Claudia Trezzi

Per Terzi «la società dello Stato Rfi deve garantire maggior efficienza», perché «la Regione e i pendolari sono stanchi di subire questi disagi». «I problemi di questa mattina- ha poi aggiunto – arrivano al culmine di un periodo difficile per la rete di Rfi. Martedì si è verificato un blocco a Milano Certosa con ripercussioni fino Mantova. E sempre martedì il blocco di tutti i deviatoi in uscita dalla stazione Garibaldi verso Fiera. Ieri problemi al Bivio Mirabello, com’era già successo il 15 giugno». Insomma, per Terzi «occorre che Rfi metta in atto quanto prima gli investimenti promessi e assicuri una manutenzione adeguata degli impianti», anche perché «abbiamo più volte richiamato la società dello Stato alle sue responsabilità, evidenziando come queste inefficienze incidano sulla qualità del servizio offerto».

Contratto di servizio Trenord prolungato “solo” di un anno

E proprio nel giorno dell’ennesimo blackout, Regione Lombardia ha deciso di prolungare di un solo anno il contratto di servizio con Trenord, scaduto nel 2020 e già prolungato per 12 mesi l’anno scorso. Di fatto il Pirellone ha bloccato l’affidamento diretto – cioè senza gara – del servizio regionale alla sua controllata deciso due anni fa, dal valore di quasi 5 miliardi di euro, rimandandone la sottoscrizione al 2023. Sarà quindi la prossima giunta regionale, quella scelte con le elezioni amministrative del 2023, a prendere in mano la questione.

Rfi, da domenica 3 luglio variazioni di circolazione per lavori tra Sesto S.G. (Mi) e Monza

Infine, oggi Rfi ha comunicato che da domenica 3 luglio prenderanno il via lavori di potenziamento infrastrutturali tra Sesto San Giovanni e Monza. A causa dei lavori, la circolazione ferroviaria fra Milano e Monza subirà alcune variazioni fino a domenica 28 agosto, data prevista per la chiusura dei cantieri. Sulla linea S7 Milano-Monza-Molteno-Lecco i treni circoleranno regolarmente fra Lecco e Monza. Per spostarsi fra Monza e Milano, i viaggiatori potranno utilizzare le corse delle linee S8 Milano-Carnate-LeccoMilanoBergamo via Carnate, che non prevedranno modifiche.

Sulla linea S9 Saronno-Seregno-Albairate i treni viaggeranno regolarmente fra Milano Lambrate e Albairate; sarà invece sospeso il servizio della linea fra Milano Lambrate e Seregno. Da e per Seregno, i viaggiatori potranno utilizzare i treni della linea S11 Rho-Milano-Como-Chiasso e della linea RE80 Milano Centrale-Como San Giovanni. Fra Seregno e Saronno i treni circoleranno; sul collegamento il servizio è stato però rimodulato in conseguenza dei lavori.

Infine, sulla linea S11 Rho-Milano-Como-Chiasso, alcune corse subiranno modifiche di orario di 2/4 minuti; la corsa 25201 (Como S.G. 7.03 – Milano C. 7.50) non sarà invece effettuata

30 Giugno 2022
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo