russia
12:47 pm, 28 Giugno 22 calendario

Il Cremlino: Nato aggressiva, rafforziamo confine occidentale

Di: Redazione Metronews
condividi

La Russia rinforzerà i suoi confini occidentali. L’indicazione viene dal Cremlino.

Proprio ieri la Nato aveva annunciato un aumento della forza sul fianco Est. Al vertice di Madrid  “rafforzeremo i nostri battaglioni” sul fianco est, portandoli “al livello di brigate e trasformeremo la Forza di risposta della Nato, accrescendo il numero” delle unità, fino a “oltre 300mila”, aveva detto il segretario generale dell’Alleanza atlantica, Jens Stoltenberg.

Nato, la risposta del Cremlino: “Alleanza aggressiva”

La risposta della Russia è arrivata subito. “La Nato era inizialmente mirata all’aggressione e questa resta la sua sua attuale essenza”, ha affermato oggi il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov, citato dalla Ria Novosti. «La Nato è una alleanza aggressiva, creata a scopo di confronto, e continua a dimostrare la sua essenza e ad assolvere i suoi compiti predefiniti: spostare le infrastrutture dell’Alleanza verso i nostri confini. Questo processo è in corso da due decenni, o anche di più. E continua, ne siamo molto consapevoli», ha aggiunto Peskov, annunciando che il ministero della Difesa russo sta sviluppando piani per un rafforzamento dei confini occidentali.

Svezia e Finlandia, Erdogan vuole fatti

Il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, ha dichiarato all’agenzia Anadolu che si attende «fatti concreti» e non «parole vuote» da Svezia e Finlandia, la cui adesione alla Nato è per ora bloccata dal veto di Ankara a causa del sostegno fornito dai due Paesi nordici alle formazioni armate curde, come il Pkk e l’Ypg. «L’integrazione nella Nato implica responsabilità», ha affermato Erdogan, che oggi incontrerà a Madrid l’omologo finlandese, Sauli Niinisto, e la premier svedese, Magdalena Andersson.

28 Giugno 2022
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo