Mondiali di nuoto di Budapest
9:24 pm, 23 Giugno 22 calendario
4 minuti di lettura lettura

Fangio, Zazzeri, Panziera, Quadarella: finali dolci e amare

Di: Redazione Metronews
condividi

NUOTO – Una giornata di finali azzurre. Dolci quelle conquistate da Zazzeri, Panziera, Quadarella, in vasca venerdì per il verdetto conclusivo; amara (ma fino a un certo punto) quella “persa” dalla Fangio.

Francesca Fangio (Lapresse)

Cominciamo da quest’ultima: un settimo posto pieno di orgoglio, il suo, nella prima finale mondiale della carriera nei 200 rana. Una prestazione che trasmette fiducia (pur avendo fatto 2’25”08, lontana dal suo record italiano di 2’23”06) anche in vista dei campionati europei di Roma.

Zazzeri vola con il 2° miglior tempo

Nel pomeriggio invece un ottimo Lorenzo Zazzeri aveva vinto la sua semifinale: il fiorentino accede con il secondo miglior tempo (21″70), suo record personale, alla finale dei 50 stile.

Margherita Panziera (Lapresse)

La Panziera in finale nei 200 dorso

Anche Margherita Panziera si qualifica per la finale, ma nei 200 dorso. L’azzurra di Montebelluna chiude al terzo posto ed è quarta dopo l’incrocio dei tempi (2’08″28).

Simona Quadarella (Lapresse)

I “segnali” di Simona Quadarella

Incoraggianti segnali di ripresa, poi, da Simona Quadarella, che, dopo la delusione nei 1500 stile libero conclusi solo al 5° posto, ha centrato la finale degli 800 stile libero con il 7° tempo in batteria (8’27″96). Delusione per la staffetta azzurra maschile 4×200 stile libero che è rimasta esclusa dalla finale per appena 18 centesimi: Stefano Ballo, Matteo Ciampi, Gabriele Detti e Stefano Di Cola hanno offerto una prestazione inferiore alle aspettative conclusa in 7’10″16. Infine, pallanuoto: annullato il match Italia-Canada valido per la seconda giornata del girone C in programma a Sopron. Decisiva la positività al Covid-19 di tre giocatori nordamericani, asintomatici e già posti in isolamento. Forse si recupera oggi. Thriller qualificazioni, però. Si è giocato regolarmente, infatti, il match tra gli iberici e il Sudafrica che potrebbe essere determinante. La Roja si è imposta 28-2 (7-1, 7-0, 6-1, 8-0), mentre il Settebello aveva battuto i sudafricani 22-4 all’esordio martedì;  se Spagna ed Italia, che si affronteranno sabato 25,  dovessero arrivare primi nel girone a pari punti, per stabilire la vincente del raggruppamento, e quindi la squadra direttamente qualificata ai quarti di finale, varrebbe la differenza reti con la terza classificata

23 Giugno 2022
© RIPRODUZIONE RISERVATA