Teatro Milano
10:30 am, 22 Giugno 22 calendario

Il Condominio di Cinzia Spanò di scena all’Elfo Puccini

Di: Redazione Metronews
condividi

TEATRO Dal 27 giugno al primo luglio in scena al Teatro Elfo Puccini (https://www.elfo.org/) l’ultima produzione della stagione 2021/22, Il Condominio. Uno spettacolo superficiale con qualcosa da diredi e con Cinzia Spanò nella sala Fassbinder.

Il Condominio della Spanò all’Elfo Puccini

Lo spettacolo di e con Cinzia Spanò è ambientato in un un condominio di Milano, dove, sin dal mattino i vicini di casa si scambiano messaggi per assicurarsi che tutto scorra in maniera ordinata e disciplinata. Sono risoluti ad affrontare il delinquente che continua a buttare la plastica nel contenitore della carta, il disadattato che lascia aperta costantemente la porta dell’ascensore, il provocatore in possesso del termosifone che gorgoglia rumorosamente. Nessun problema è trascurabile per il Condominio, tutto viene affrontato con la massima serietà e mettendo in campo azioni mirate e coordinate alla ricerca di chi attenta alla pace della piccola comunità. La vita condominiale diventa così metafora della condizione umana e delle dinamiche che regolano i rapporti tra le persone.

Il Condominio attraverso una chat su whatsapp

«Dopo averli ignorati per anni, durante i lockdown della pandemia – racconta la Spanò – ho cominciato a osservare con maggiore attenzione i messaggi che arrivavano nella mia chat condominiale, un gruppo whatsapp in cui sono stata inserita con la rassicurazione che il gruppo sarebbe servito esclusivamente per scambiarsi comunicazioni e informazioni riguardanti il condominio. La chat in realtà si è rivelata da subito un capolavoro di delazione e bullismo, con interventi inutili se non addirittura nocivi, tesi a gettare sospetti su altri condomini ed esasperare gli animi, spesso con messaggi privi di qualsiasi parvenza di logica e ogni tanto anche della più elementare grammatica italiana. Le vittime dell’attività della chat sono tutti quelli che non ne fanno parte, ignare e ignari condomini sui quali vengono gettati i sospetti più infamanti, uno fra tutti quello di attentare al decoro del condominio».

Il microcosmo condominiale tra delazioni e bullismo

«Ad un certo punto – prosegue Cinzia Spanò – ho cominciato a notare come nel microcosmo condominiale fossero rilevabili tutte le dinamiche che osserviamo nel mondo, rese semplicemente più evidenti ed esasperate perché più concentrate. Intanto la ricerca costante di un nemico, attraverso la quale il gruppo si compatta maggiormente e definisce la propria identità. E quando il nemico non esiste il gruppo se lo crea, come ebbe già modo di osservare Umberto Eco nel suo “costruire il nemico”. Molto di quello che accade nel mondo è spiegabile, credo, con questa dinamica».

«I sospettati sono sempre ‘i nuovi’»

«Interessante anche capire quali siano in nemici contro i quali si coalizza il gruppo – continua Cinzia Spanò -: i sospettati sono sempre ‘i nuovi’. I nuovi non sono solo i condomini appena arrivati ma tutti quelli che non assomigliano al nucleo attivo della chat: prima di tutto gli stranieri, poi quelli strani e meno socievoli, infine tutti quelli che si trovano al di fuori del perimetro condominiale e che attentano, con la loro sola presenza, alla pace e alla sicurezza della comunità. In questa logica lo straniero diventa qualsiasi persona al di fuori della propria microscopica comunità e l’intolleranza esibita, mascherata da rispetto per l’ordine, produce più caos del disordine che intende combattere».

«Dopo lo spettacolo ho abbandonato la chat»

«Va detto – conclude la Spanò – che ad animare la chat sono sempre le stesse quattro o cinque persone, gli altri restano silenti, ma presenti. Mi sono domandata come gestire la frustrazione che mi generava la lettura di quei messaggi. Ad un certo punto ho pensato semplicemente di abbandonare la chat. Poi ho pensato che ancora meglio potesse essere provare a riderci su, farci uno spettacolo, e poi abbandonare la chat».

22 Giugno 2022
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo