2:15 pm, 21 Giugno 22 calendario

Calcio: lavori al Camp Nou, il Barcellona si trasferirà nella stagione 2023/2024 al Montjuïc

Di: Redazione Metronews
condividi

Barcellona, 21 giu. – (Adnkronos) – Il Barcellona si trasferirà allo stadio Olimpico della città catalana nella stagione 2023/24, abbandonando momentaneamente il Camp Nou. Il motivo del trasloco temporaneo è il progetto dal nome Espai Barça, che prevede dei lavori di restyling all’interno del famoso stadio blaugrana. Lo rende noto ‘Sport’. Come scrive il quotidiano spagnolo, a confermare la decisione è stato lo stesso club spagnolo, che in una conferenza stampa con il Comune di Barcellona ha presentato il programma della società per lo spostamento nella nuova struttura.

I lavori al Camp Nou partiranno già la prossima stagione, ma al momento il Barcellona potrà continuare a giocare nel proprio stadio. Lo spostamento sarà invece necessario dalla stagione 2023/24. Sicuramente il trasferimento allo Stadio Olimpico comporterà una diminuzione del pubblico, avendo il Montjuïc una capienza di 55.000 persone contro le 98.000 del Camp Nou. Il Barcelona potrà inoltre utilizzare lo stadio, in maniera saltuaria, anche per allenamenti e altri eventi sportivi, tra cui anche quelli della squadra femminile, che in questa stagione ha disputato quarti e semifinali di Champions League al Camp Nou.

A confermare tutto ci ha pensato il presidente del club blaugrana, Joan Laporta, in conferenza stampa: “L’FC Barcelona giocherà allo stadio Olimpico nella stagione 2023-2024 durante i lavori del Camp Nou – ha spiegato il presidente Laporta -. Il Barça si è impegnato ad adattare le strutture olimpiche e a modernizzare i servizi ausiliari e gli spazi come la tribuna stampa , gli spogliatoi e un parcheggio interno”, ha poi spiegato il numero uno blaugrana, parlando delle modifiche necessarie alla ‘nuova’ casa temporanea del Barcellona per far sì che sia a norma. Infine, Laporta ha concluso: “Stimiamo che il trasferimento al Montjuïc costerà al Barça tra i 15 e i 20 milioni di euro”

21 Giugno 2022
© RIPRODUZIONE RISERVATA