Roma
9:36 pm, 6 Giugno 22 calendario
3 minuti di lettura lettura

Denunciato “Sailor Mercury”. L’uomo si masturbava ai Parioli

Di: Redazione Metronews
Sailor Mercury
condividi

I carabinieri hanno individuato e denunciato  l’uomo che si masturbava ai Parioli vestito come Sailor Mercury. I militari lo hanno sorpreso mentre era nei pressi del giardinetto di via Vigna Filonardi tra via Eugenio Vania e via Ruggero Fauro.

Denunciato “Sailor Mercury”. L’uomo si masturbava ai Parioli

L’uomo sospettato di essere il maniaco poco prima di essere fermato aveva indossato gli abiti del personaggio dei manga divenuto popolare negli anni ’90. Si tratta di un 40 enne che ha un’attività commerciale nella periferia della Capitale e che abita appena all’esterno del Grande raccordo anulare. Nei suoi confronti è scattata la denuncia per atti osceni in luogo pubblico aggravati. I militari della compagnia Parioli hanno inviato un’informativa in procura.

Gli atti osceni davanti a mamme e bambini

L’uomo probabilmente si mascherava nel tentativo di confondere le mamme e i bambini inducendoli a credere che si trattasse di una trovata pubblicitaria. Quando i militari lo hanno bloccato, aveva nel borsone anche i costumi di altri personaggi, come quello di Spiderman. Resta il fatto che il 40 enne si appostava, attendeva che i piccoli fossero nel suo campo visivo, e poi si masturbava.

Già lo scorso 2 maggio sul canale telegram “Welcome to Favelas” era stato pubblicato un video che lo immortalava mentre era in azione. La sua presenza, segnalata davanti alle scuole e presso l’area verde del prestigioso Tiro a Volo avevano fatto scattare l’allarme in decine di chat tra le mamme e i papà. L’uomo avrebbe agito anche in altri quartieri di Roma, sempre nella zona nord della Capitale.

Gli investigatori hanno sequestrato al 40 enne i costumi e il borsone. L’inchiesta è stretta nel massimo riserbo, anche perché le indagini sono ancora in corso. Nei confronti dell’uomo non sono stati al momento presi provvedimenti restrittivi. Quello che appare chiaro a chi indaga è che non si tratta di una persona incapace di intendere o di volere, o affetta da malattie mentali.

6 Giugno 2022
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo