roma
1:55 pm, 16 Maggio 22 calendario

A Roma torna il Rotary Plastic Free, focus sul Tevere

Di: Redazione Metronews
condividi

A Roma torna il Rotary Plastic Free, iniziativa  condivisa da numerosi  Club Rotary del  Distretto Rotary 2080, Ideata dal Rotary Club Roma Foro Italico ,  in collaborazione con la Regione Lazio Ufficio di Scopo  piccoli comuni e contratti di Fiume,  Agenda Tevere, Castalia Operations srl , SEADS Sea Defence Solutions, River Cleaning, insieme all’associazione Marevivo Onlus IYFR Fellowshiph Rotariana dello Yachting flotta di Roma, Plastic Free Waters ed infine  patrocinata da  Roma Capitale Municipio  II,  Guardia Costiera Capitaneria di Porto Roma Fiumicino, COREPLA, Fondazione per lo sviluppo Sostenibile , Mediterraneum Acquario di Roma.

Il Rotary Plastic Free

La manifestazione nata l’anno scorso  a Roma sulle sponde del fiume capitolino al centro storico  vuole far fronte ad una sfida ben precisa: inviare un messaggio deciso sul tema dell’inquinamento dovuto dalle plastiche partendo dal cuore del territorio, dal nostro Tevere per raggiungere quest’anno  la foce nel Comune di Fiumicino. Anche quest’anno il Regista Giuseppe Aquino sarà  Testimonial ufficiale della manifestazione  immortalando cosi con la macchina da ripresa i momenti più significativi e artistici dell’evento.

PRIMO GIORNO 19 maggio ore 17 “Quale Ruolo Possono dare  i Contratti di Fiume”. Hotel Tiber Fiumicino

Come adottare realmente un fiume? Negli ultimi anni in moltissime città europee, è stato portato avanti un grande sforzo di ricostruzione del rapporto tra città e fiume che la modernità degli interventi antropici, spesso invasivi, avevano interrotto. Sono numerosi i casi in cui politiche e interventi si sono concentrati  in ambito fluviale. La parola “adottare” e “contratto di fiume” può rappresentare il comune denominatore per un accordo collaborativo tra diversi soggetti per perseguire un’azione sinergica fra politiche pubbliche e attuazioni delle soluzioni e strategie a livello territoriale .  Adottare è anche azione di formazione e informazione per monitorare le azioni svolte  e da svolgere nei contratti di fiume.

Come evitare che la plastica e microplastiche (40.000 tonnellate annue di microplastiche in Europa)  raggiungano i nostri mari e quali sono le tecniche che si pensano di adottare per evitarlo ?

Si parlerà di questi temi  il 19 maggio alle ore 17 presso l’Hotel Tiber a Fiumicino in  presenza delle istituzioni, operatori specializzati nel settore, delle  associazioni ed esponenti Rotariani.

SECONDO GIORNO  20 Maggio dalle ore 10 acquario di Roma (EUR)     

Monitorare i nostri mari e i corsi dei fiumi con azioni coordinate per impedire che plastiche e microplastiche si disperdano creando danni irreparabili. Le  microplastiche rappresentano una minaccia alla salute umana. Le microplastiche sono volutamente contenute nei cosmetici, dentifrici, saponi abrasivi, tessuti che indossiamo che ad ogni lavaggio  vengono disperse  nei nostri fiumi in quanto troppo piccoli non intercettabili dai filtri normali e dai depuratori. Insomma un Killer silenzioso e  pericoloso per la salute umana. Recenti ricerche hanno dimostrato tracce addirittura nella placenta umana . Queste particelle si immettono nei fiumi e negli oceani dove vengono scambiati per cibo dai pesci  e risalendo la catena alimentare tornano a contatto con il nostro corpo. Mentre nei cosmetici, saponi ed altro il problema è in via di definizione mediante un puntuale quadro legislativo, nei tessuti risulta alquanto complicato. Una prima ricetta è ritornare ad acquistare tessuti naturali come , canapa , lino, lana, cotone ed anche tessuti di filati di seta di Bamboo evitando  cosi il rilascio delle microplastiche.

Ne parleranno nelle sessioni di approfondimento il giorno 20 maggio nelle rispettive  aree tematiche.

La manifestazione inizierà la mattina  alle ore 10 presso l’Acquario di Roma al Laghetto dell’Eur per  un  primo approfondimento sulla ricerca e spettro autistico legato agli effetti delle microplastiche negli alimenti. Interventi coordinati nell’ambito del progetto “ Bamboo Revolution in FRACH Progetto Leonardo”

I  Sessione Ricerca & Innovazione

Alle ore 15,00  i Ricercatori dell’Universita di Trieste e ISPRA ci illustreranno le attività di monitoraggio delle iniziative in difesa dei nostri corsi d’acqua.

II Sessione “ Ridurre, Recuperare e Riutilizzare”

Alle ore 16,00  All’esito dell’approvazione del Decreto Salvamare  interverranno  gli operatori e associazioni  coinvolte nelle azioni di tutela delle nostre coste e dei nostri fiumi. Saranno illustrate  le azioni che il mondo manifatturiero sta promuovendo.

III Sessione “Prodotti innovativi per non inquinare”

Alle ore 17,00  La parola passa alle Industrie altamente innovative, iniziative di nuove imprese  Start-Up, produzione di fibre nobili alternative ai polimetri plastici

TERZO GIORNO   Sabato 21 maggio  ore 19  Presso Grand Hotel Gianicolo Roma

No alle Microplastiche,  andiamo verso un utilizzo di tessuti sostenibili a tutela della salute umana e dei nostri ecosistemi.   Tavola rotonda “Il ruolo fondamentale di un giornalismo rivolto alla tutela ambientale”. Interventi del mondo dell’informazione delle imprese, delle istituzioni dei ricercatori e del mondo degli appartenenti al Rotary.

“Cambiare si può” . Sfilata di moda nel percorso bordo piscina di modelle e abiti realizzati da due Stiliste Italiane che propongono abiti realizzati con tessuti  ecosostenibili.

16 Maggio 2022 ( modificato il 17 Maggio 2022 | 22:15 )
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo