economia
12:27 pm, 29 Aprile 22 calendario

Il Pil torna a diminuire: -0,2% nel primo trimestre

Di: Redazione Metronews
Pil
condividi

Nel primo trimestre il Pil nella zona euro ha registrato un aumento dello 0,2% mentre nell’Ue ha registrato una crescita dello 0,4%. Lo rende noto l’Eurostat in un comunicato che ha diffuso le stime. Nel quarto trimestre del 2021 il pil aveva registrato un aumento dello 0,5% nell’Ue e dello 0,3% nella zona euro.

Il Pil torna a diminuire: -0,2% nel primo trimestre

In Italia il pil ha registrato un calo dello 0,2% nel primo trimestre dell’anno. Anche la Svezia ha registrato un pil in calo dello 0,4%. In Francia la variazione è nulla. Negli altri paesi dell’Ue il pil ha registrato invece una crescita: in Belgio dello 0,3%, in Repubblica Ceca dello 0,7%, in Germania dello 0,2%, in Spagna dello 0,3%, la Lettonia del 2,1%, in Lituania dello 0,9%, in Austria del 2,5% e in Portogallo del 2,6%.

Se, però, nel primo trimestre del 2022 il Pil italiano, corretto per gli effetti di calendario e destagionalizzato, è diminuito dello 0,2% rispetto al trimestre precedente (chiuso invece sulla soglia del +0,7%) allo stesso tempo è cresciuto del 5,8% in termini tendenziali. Lo calcola l’Istat in base alle stime preliminari sui primi tre mesi dell’anno. Nel Def il governo aveva invece previsto un calo sul trimestre precedente dello 0,5%. Si può quindi dire che l’economia italiana si contrae sensibilmente, ma meno di quanto era stato inizialmente previsto dal Governo.

Il calo congiunturale in questione è il primo dopo quattro trimestri consecutivi dove invece era stata registrata una crescita. L’ultimo dato negativo risale infatti all’ultima parte dell’anno 2020. Il -0,2% registrato adesso è la sintesi di un aumento del valore aggiunto nel comparto dell’agricoltura, silvicoltura e pesca, di una riduzione in quello dei servizi e di una stazionarietà nell’industria.

29 Aprile 2022
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo