Serie A
10:33 pm, 21 Aprile 22 calendario
3 minuti di lettura lettura

L’Inter al completo ritrova Mourinho. Roma senza Zaniolo

Di: Redazione Metronews
condividi

CALCIO – Il tour de force di gennaio-febbraio spezzò l’Inter (eccezione, la bella vittoria a Liverpool). Ma la squadra di Inzaghi ora è rigenerata, e guarda con rinnovata fiducia al mese di fuoco che si trova davanti: sabato alle 18 a San Siro (arbitra Sozza di Seregno, che è provincia di Monza-Brianza: ma è nato a Milano, per cui i tifosi romanisti già rumoreggiano) la Roma dello Special One, poi il recupero col Bologna, l’Udinese, l’Empoli, il Cagliari e, il 22 maggio, la Samp. In mezzo, l’11 maggio, la finale di Coppa Italia contro la Juventus.

L’Inter non può sbagliare più

Sbagliare non è ammesso, si sa. Ma il tecnico, che ad Appiano ha accolto un Adriano sorridente e felice, ha tutti a disposizione. Bastoni ha avuto solo crampi, nel derby, Vidal ha rimediato una distorsione alla caviglia: per il resto, ci si aspetta un’Inter classica, con Dumfries che riprende il suo posto sulla fascia destra, il fantastico Perisic dall’altra parte, e Dzeko-Lautaro là davanti. All’andata finì 3-0 per la Beneamata. Per Di Biagio, doppio ex, l’Inter «è ripartita». Ed è favorita per il titolo.

La Roma di Mourinho senza Zaniolo: c’è Mkhitaryan

All’andata, Roma-Inter fu una specie di “cappotto”, uno 0-3 senza appello. Stavolta, in casa giallorossa, tutto lascia pensare che la storia sarà diversa. Quantomeno nelle premesse: 12 risultati utili consecutivi (l’ultimo, un autorevolissimo pari sul campo del Napoli), la brillante rimonta contro il Bodø Glimt, una fiducia che sprizza da tutti i pori. E poi, c’è Mourinho, naturalmente, il Mago indiscusso. Per entrambe le tifoserie, privilegio raro. Lo Special One non avrà Zaniolo, squalificato, quindi punterà su Mkhitaryan (e Pellegrini), e nel cambio non è affatto detto che ci perda, anche se Gigi Di Biagio non la pensa così: «La sua assenza si farà sentire». Quanto ad Abraham, dice ancora l’ex ct e doppio ex di Inter e Roma, «la sua stagione è eccellente. Lo pensavo anche quando non segnava di frequente».

21 Aprile 2022
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo