Milano
6:08 pm, 21 Aprile 22 calendario

25 aprile a Milano. Sala al presidente Anpi Pagliarulo: «Chiarisca»

Di: Redazione Metronews
condividi

«Mi piacerebbe che» il presidente dell’Anpi, Gianfranco Pagliarulo, protagonista di dichiarazioni sull’Ucraina, considerate da molti inadeguate, chiarisse meglio il suo pensiero in questi giorni, e magari» questo «aiuterebbe un po’ la serenità di quella data», il 25 aprile, quando sfilerà in corteo a Milano. L’auspicio è del sindaco Beppe Sala in vista della manifestazione nazionale del 25 aprile, la prima in presenza dopo la pandemia, che si terrà a Milano, dopo le polemiche scatenate da alcune affermazioni del presidente dell’Anpi soprattutto a proposito del massacro di Bucha e di un’ipotetica presenza di bandiere Nato in corteo. «Non mi ritrovo in tante dichiarazioni di Pagliarulo» ha rimarcato il sindaco «ma non credo» che la festa della liberazione «sarà il momento per chiarire». «In merito alle divisioni credo che si debba stare inequivocabilmente dalla parte dell’Ucraina – ha aggiunto – credo che sia corretto fornire loro le armi per combattere, d’altro canto festeggiamo la Liberazione che non è stata ottenuta con le margherite in mano. Credo che tutti desideriamo pace e una tregua, la possibilità di non vedere più vittime ma quella oggi è la situazione». Sulla vicenda è intervenuto anche il segretario provinciale dell’Anpi di Milano Roberto Cenati, a margine della commemorazione dei partigiani al campo della gloria del cimitero maggiore di Milano: «Vogliamo dare un segnale importante il 25 aprile facendo parlare una donna ucraina dal palco per dimostrare la solidarietà e vicinanza dei milanesi e non solo a un popolo vittima di un’aggressione. Oggi al campo della gloria abbiamo ricordato i combattenti per la libertà che avevano lottato per rovesciare il regime nazifscista e avevano lottato anche per la pace. La resistenza è stata una guerra alla guerra per costruire un mondo di pace. Purtroppo oggi stiamo assistendo all’aggressione della Russia di Putin a uno stato sovrano e democratico, un’aggressione che lede il principio di sovranità di un popolo, la sua indipendenza e il diritto internazionale. Noi siamo vicini alla popolazione ucraina che sta resistendo ed è vittima di bombardamenti che hanno fatto migliaia di vittime tra donne, anziani e bambini ed è sottoposta a eccidi di civili e massacri di civili inermi».

Molti gli eventi a Milano per il 25 aprile

Milano, città Medaglia d’oro per la Resistenza, celebra il 77esimo anniversario della Festa della Liberazione con moltissimi eventi e appuntamenti organizzati dal Comune di Milano, dai municipi e dalle associazioni, nell’ambito di Milano è memoria. Il già citato tradizionale corteo cittadino del 25 aprile partirà da corso Venezia angolo via Palestro, alle 14.30, per concludersi in piazza Duomo con gli interventi delle istituzioni. A sfilare ci sarà anche la comunità ucraina, insieme all’Anpi, con il presidente milanese dell’associazione Roberto Cenati, il sindaco Beppe Sala, il segretario della Cgil Maurizio Landini, il presidente di Aned Dario Venegoni e quello dell’Anpi nazionale Gianfranco Pagliarulo.
Inaugura oggi, presso la Casa della Memoria di via Confalonieri, la mostra Un altro viaggio in Italia realizzata dall’Istituto nazionale Ferruccio Parri con la collaborazione dell’associazione Paesaggi della memoria e visitabile fino al 15 maggio. La Casa della Memoria ospiterà anche diversi incontri tra cui, sabato 23 aprile alle ore 17, “L’Europa in camicia nera: cosa comporta essere antifascist* oggi”. E mercoledì 27 aprile, alle ore 18, “Politica e memoria in Russia: il caso Memorial”.

Spettacoli e musica per il 25 aprile

Nella giornata di sabato 23 aprile, alle ore 15.30, nel parco Franca Rame, grazie all’organizzazione del Municipio 2, si terrà Il Festival di liberazione: sei spettacoli musicali, della durata complessiva di circa cinque ore, sul repertorio tradizionale della Resistenza e della Liberazione. Nascono dalla collaborazione tra il Comune di Milano, la compagnia ATIR, il Teatro Carcano, tre iniziative che avranno luogo il 25 aprile.  Alle ore 10, dal Giardino Bazlen e Foà con arrivo all’Università Statale 1, si terrà il corteo ‘La Parata Resistente – quartiere Crocetta/Porta Romana, a cura di sezione ANPI – Zona 1. Alle ore 19, al Teatro Carcano in corso di Porta Romana 63, avrà luogo lo spettacolo ‘1943 – Come un cammello in una grondaià tratto dalle lettere di condannati a morte della Resistenza europea. Al termine dello spettacolo, una staffetta in bicicletta de L’ultima ruota con i poq – Partigiani in Ogni Quartiere porterà una lettera di resistenza oggi alla manifestazione all’Arco della Pace. Nell’ambito dell’iniziativa «Il Conservatorio di Milano per la sua Città», che prevede un cartellone artistico di appuntamenti collocati temporalmente in date ‘simbolò della storia dell’umanità e della città, saranno due i concerti che avranno luogo presso la Sala Verdi del Conservatorio di Milano. Domenica 24 aprile, alle ore 18, Musiche dell’Italia Liberata eseguite dalla Verdi Jazz Orchestra. Lunedì 25 aprile, alle ore 11, Concerto del Coro di voci bianche del Conservatorio.

21 Aprile 2022
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo