Tunisia
4:10 pm, 16 Aprile 22 calendario

Tunisia, allarme ambientale per petroliera affondata

Di: Redazione Metronews
condividi

Affondata al largo della Tunisia la petroliera Xelo, dove era rimasta bloccata. La petroliera trasportava 750 tonnellate di idrocarburi dall’Egitto a Malta.

Secondo le autorità tunisine non ci sarebbero state perdite. Si lavora comunque per scongiurare “un disastro ambientale nella regione”. Il Ministero dell’Ambiente di Tunisi ha annunciato di avere attivato il piano nazionale di emergenza in coordinamento con tutti i Ministeri interessati. Secondo la ministra Leila Chikhaoui la situazione sarebbe sotto controllo.  E il portavoce del tribunale di Gabès ha affermato che “per il momento non ci sono perdite”. Ma per scongiurare un disastro ambientale “stiamo già lavorando”.

La petroliera Xelo

La petroliera Xelo, battente bandiera della Guinea Equatoriale, lo scorso venerdì aveva inoltrato domanda per poter entrare nelle acque tunisine a causa delle cattive condizioni meteorologiche. Tra il porto egiziano di Damietta e Malta, a sei chilometri dalla costa del golfo di Gabès, aveva iniziato ad imbarcare acqua finché questa non ha allagato completamente la sala macchine della petroliera: i sette membri dell’equipaggio erano stati fatti evacuare ed era partita la richiesta di sbarco alle autorità tunisine.

 

 

 

16 Aprile 2022
© RIPRODUZIONE RISERVATA