energia
6:22 pm, 11 Aprile 22 calendario

Firmato accordo: all’Italia più gas da Algeria

Di: Redazione Metronews
condividi

All’Italia arriverà più gas dall’Algeria. Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha appena firmato, con il responsabile dell’energia algerino Mohamed Arkab, il Protocollo di intesa intergovernativa con l’Algeria in tema di risorse energetiche, mentre il numero uno di Eni Claudio Descalzi ha siglato l’accordo tecnico tra la società energetica Italiana con i vertici Sonatrach, il gruppo energetico algerino.

L’Algeria e il gas all’Italia

Al palazzo presidenziale di Algeri é presente il premier Mario Draghi, che ha avuto un  lungo incontro con il Presidente algerino Abdelmadjid Tebboune. Presente inoltre, per il governo italiano, il responsabile della Transizione energetica Roberto Cingolani. Grazie all’accordo, verranno incrementate le forniture di gas verso l’Italia, sfruttando parte del potenziale ancora inutilizzato del gasdotto italo algerino Transmed (attualmente ammonta a poco più di 21 miliardi di metri cubi l’anno il gas che arriva tramite Transmed). Nel 2021 l’Algeria si è confermato il secondo fornitore di gas (31% del nostro import) dell’Italia, seconda solo alla Russia (40%).

Draghi: “Gas, rinnovabili e idrogeno verde”

“I nostri Governi hanno firmato una Dichiarazione d’Intenti sulla cooperazione bilaterale nel settore dell’energia. A questa si aggiunge l’accordo tra Eni e Sonatrach per aumentare le esportazioni di gas verso l’Italia. L’Italia è pronta a lavorare con l’Algeria per sviluppare energie rinnovabili e idrogeno verde. Vogliamo accelerare la transizione energetica e creare opportunità di sviluppo e occupazione”, ha detto il premier Mario Draghi, dopo l’incontro col presidente algerino Abdelmadjid Tebboune al palazzo presidenziale di Algeri.

“Subito dopo l’invasione dell’Ucraina, avevo annunciato che l’Italia si sarebbe mossa con la massima celerità per ridurre la dipendenza dal gas russo. Gli accordi di oggi sono una risposta significativa a Mosca, ne seguiranno altre. Il Governo è al lavoro per difendere i cittadini e le imprese dalle conseguenze del conflitto – ha aggiunto Draghi – Voglio ringraziare i Ministri Di Maio e Cingolani e l’Eni per il loro impegno su questo fronte”.

I rapporti tra Italia e Algeria hanno radici profonde. Oggi pomeriggio saluterò la comunità italiana – la cui presenza risale già all’Ottocento. L’Algeria è il primo partner commerciale dell’Italia nel continente africano – e l’interscambio tra i nostri Paesi è in forte crescita”.  “A novembre, c’è stata la visita del Presidente della Repubblica con l’intitolazione del giardino “Enrico Mattei”. Mattei è stato un grande protagonista della collaborazione tra i nostri Paesi, una collaborazione che oggi rafforziamo ulteriormente”, le parole di Draghi.

 

11 Aprile 2022
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo