Roma
4:58 pm, 29 Marzo 22 calendario
2 minuti di lettura lettura

Boccea, autista Atac aggredito e rapinato

Di: Redazione Metronews
Boccea
condividi

In quattro hanno aggredito e rapinato questa notte un autista dell’Atac mentre era in servizio sulla linea 904 in via di Boccea. Gli assalitori hanno preso uno degli estintori d’emergenza sistemati sul bus e hanno minacciato il conducente. Lo hanno poi costretto a deviare il mezzo su via di Selva Nera e gli hanno ordinato di fermarsi. Qui lo hanno rapinato e sono poi fuggiti a piedi.

Boccea, autista Atac aggredito e rapinato

L’autista non ha potuto fare altro che consegnare soldi e cellulare e ha poi chiesto aiuto. I quattro rapinatori hanno agito alle due di notte.

Un altro conducente picchiato alla Borghesiana

Dopo mezz’ora, nella stessa notte, un altro autista Atac è stato vittima di violenza, sempre sulla stessa linea, la 904. Alle 2:30 un uomo è arrivato al capolinea di largo Ines Bedeschi ed è salito sul bus. prima ha tentato di forzare il posto di guida, poi ha ordinato al conducente di portarlo dall’altra parte della città, in zona Borghesiana.

L’uomo avrebbe anche cercato di corrompere l’autista promettendogli denaro in cambio del “passaggio”. Quando ha capito che il conducente non avrebbe abbedito lo ha tramortito con un pugno al volto. Prima di fuggire a piedi ha anche distrutto un vetro dell’autobus con una pietra.

Su entrambi i casi indagano le forze dell’ordine.

Atac ha reso note entrambe le aggressioni, stigmatizzandole ed esprimendo «piena solidarietà e vicinanza ai propri dipendenti».

FdI: «Sulla sicurezza la giunta gualtieri è latitante»

Il consigliere comunale di Fratelli d’Italia, Federico Rocca, ha commentato: «L’ennesima aggressione nei confronti di un’autista dell’Atac è inaccettabile ed è la riprova che la giunta Gualtieri in tema di sicurezza è ancora latitante. Tutelare l’incolumità del personale dei mezzi pubblici deve essere una priorità dell’amministrazione e a questo scopo vanno messe in campo tutte le iniziative necessarie a scongiurare che si ripetono atti gravissimi come quello di questa notte».

29 Marzo 2022
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo