Bologna
9:01 pm, 22 Marzo 22 calendario
3 minuti di lettura lettura

Atenei emiliani: 58 borse di studio per gli studenti ucraini

Di: Redazione Metronews
58 borse di studio
condividi

Gli atenei dell’Emilia Romagna stanziano 58 borse di studio per gli studenti ucraini sfuggiti alla guerra. La misura è frutto di un pacchetto di iniziative con il sostegno della Regione e delle Università di tutto il territorio.

Atenei emiliani: 58 borse di studio per gli studenti ucraini

Regione e Università dell’Emilia-Romagna aprono le porte alle studentesse e agli studenti in fuga dalla guerra, per consentire loro di continuare il proprio percorso di studio e formazione. Senza dimenticarsi di chi, già iscritto all’anno accademico 2021/2022 a un Ateneo del territorio per progetti di scambio internazionale, non può fare ritorno in patria.

Via libera, ieri in Giunta, agli interventi di sostegno, con l’approvazione di una delibera dopo che la Conferenza Regione-Università, sede di confronto tra la Regione e gli Atenei del territorio, aveva condiviso l’opportunità di attivare provvedimenti urgenti di accoglienza e aiuto.

All’impegno della Regione si aggiungono 58 borse di studio messe a disposizione dagli Atenei regionali, per comporre un intervento congiunto di supporto agli studenti provenienti dall’Ucraina.

Chi può beneficiarne

Sono due le tipologie di destinatari: gli studenti ucraini iscritti in uno degli atenei della regione per l’anno accademico in corso e che non trovano un supporto economico in Italia. Oppure gli studenti profughi provenienti dall’Ucraina, che devono comunque iscriversi per prima cosa ad attività formative presso un Ateneo regionale.

«In questo momento drammatico per il popolo ucraino la Regione, assieme al sistema di tutti gli Atenei presenti in Emilia-Romagna, dà un sostegno concreto per sostenere il diritto allo studio degli studenti e delle studentesse che fuggono dalla guerra». Così l’assessore regionale alla Scuola e all’Università, Paola Salomoni.

«Come peraltro abbiamo fatto nei mesi scorsi per gli studenti afghani, accogliamo e sosteniamo nelle nostre Università i tanti giovani che, oltre a vivere l’orrore della guerra, non possono permettersi di abbandonare o ritardare gli studi. Senza dimenticarci di chi già era sul nostro territorio per motivi di studio, e che qui ha diritto di rimanere con tutto il supporto possibile», ha aggiunto l’assessore.

«Ringraziamo le nostre Università che, come sempre, sono pronte a fare squadra e intervenire in queste situazioni», ha concluso Salomoni.

Gli studenti ucraini iscritti agli Atenei per l’anno accademico 2021/2021 per progetti di scambio internazionale con sede in regione e per i corsi attivati in Emilia-Romagna hanno a disposizione 75mila euro.

22 Marzo 2022
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo