ucraina
7:17 pm, 17 Marzo 22 calendario

Joe Biden rincara: “Putin dittatore omicida e delinquente”

Di: Redazione Metronews
condividi

Il presidente Usa, Joe Biden, parlando ad un evento a Capitol Hill in occasione della Festa di San Patrizio, è tornato a definire Vladimir Putin come un «dittatore omicida, un delinquente puro che sta conducendo una guerra immorale contro il popolo ucraino».

In precedenza Biden, nell’incontro con Michael Martin, fatto in video conferenza perché il premier irlandese è in quarantena essendo risultato positivo al Covid dopo il suo arrivo a Washington, aveva anche detto che  “la brutalità di Putin, quello che le sue truppe stanno facendo in Ucraina, è semplicemente disumano. Dobbiamo essere uniti, e lo siamo”, a proposito della risposta degli Usa ed gli alleati all’aggressione russa dell’Ucraina.

Joe Biden e Vladimir Putin

Biden ha dunque rincarato la dose rispetto a quanto già affermato ieri, aggiungendo che Putin sta combattendo una “guerra immorale” contro il popolo ucraino. Proprio ieri, il presidente Usa aveva definito Putin un “criminale di guerra”, suscitando la dura reazione del Cremlino.

Poco dopo la sua uscita l’entourage aveva cercato di smussare i toni. «Le parole del presidente parlano da sole», ha affermato la portavoce della Casa Bianca. Jen Psaki ha precisato che l’inchiesta del dipartimento di Stato sui presunti crimini di guerra compiuti dalle forze di invasione russe in Ucraina è ancora in corso. Il presidente, ha detto Paski secondo quanto riporta la Cnn, stava «parlando col cuore».

E il segretario di Stato Usa, Antony Blinken, ha detto oggi di essere d’accordo con il presidente Usa, Joe Biden, sul fatto che il presidente russo Vladimir Putin sta commettendo crimini di guerra in Ucraina. «Prendere di mira intenzionalmente i civili è un crimine di guerra». Blinken ha aggiunto che il Dipartimento di Stato è al lavoro in questo senso: «I nostri esperti stanno documentando e valutando potenziali crimini di guerra commessi in Ucraina».

Biden e Xi

Joe Biden e il presidente cinese, Xi Jinping, avranno un colloquio telefonico nella giornata di domani, che sarà il primo contatto noto tra i leader delle due grandi economie mondiali dal video-summit di novembre scorso, e il primo dall’invasione dell’Ucraina. I

l colloquio – il terzo da quando Biden si è insediato alla Casa Bianca – «è parte dei continui sforzi di mantenere linee aperte di comunicazione tra gli Stati Uniti e la Rpc», la Repubblica Popolare Cinese, ha spiegato in una nota la portavoce della Casa Bianca, Jen Psaki.

Biden e Xi «discuteranno la gestione della competizione tra i due Paesi, la guerra della Russia contro l’Ucraina e altre questioni di interesse reciproco», si legge nella nota. Il colloquio avverrà in serata, secondo il fuso orario di Pechino, ha confermato la direttrice del Dipartimento Informazione del ministero degli Esteri cinese, Hua Chunying.

 

17 Marzo 2022
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo