roma
10:56 am, 26 Febbraio 22 calendario

Ucraina: raccolta di generi di primo soccorso a chi fugge

Di: Redazione Metronews
condividi

L’Associazione Romeni in Italia e Salvamamme, in collaborazione con il Forum Terzo Settore Lazio e all’Associazione Roma BPA – Mamma Roma e i Suoi Figli Migliori, organizzano una grande raccolta di generi di primo soccorso per i profughi ucraini che espatriano dalla frontiera nord romena, sia a piedi che in macchina, nelle regioni dei Maramures, Iasi, Suceava, Botosani. L’afflusso è altissimo e sono in allestimento campi profughi da parte delle autorità romene. Sono necessari beni essenziali, come alimenti non deperibili e non a breve scadenza, prodotti per l’igiene per adulti e per bambini (pannolini per bimbi e anziani, scottex, bagnoschiuma, etc.), biancheria nuova personale (mutande, calzettoni, pigiami, asciugamani), coperte e lenzuola, abbigliamento invernale (sciarpe, maglioni, cappotti, piumoni, vestiario, scarpe pesanti). I capi devono essere nuovi o in perfette condizioni e imbustati singolarmente.

La raccolta

La raccolta sarà effettuata da Salvamamme nella sede operativa in via Giacomo Raffaelli (zona Piazzale della Radio – ponte di ferro) a partire da lunedì 28 febbraio fino a mercoledì 2 marzo dalle 10 alle 17. Prima di essere spediti i prodotti saranno controllati nella loro integrità e sanificati secondo le norme anti-contagio da covid-19. Sarà inoltre attivo, con le medesime modalità, uno specifico sportello di supporto per i profughi che arriveranno a Roma.

Data la drammaticità del momento, sono stati purtroppo richiesti dalle stesse associazioni in Ucraina, dei sacchi per le vittime dei bombardamenti, che saranno fatti pervenire nei prossimi giorni, grazie alla sensibilità dell’Assessore all’Ambiente del Comune di Roma, Sabrina Alfonsi e dell’Ama.

Hanno aderito all’iniziativa le associazioni Angeli in Moto, AMFO (Motociclisti delle Forze dell’Ordine), Piccoli Giganti Onlus.LM

 

26 Febbraio 2022 ( modificato il 3 Marzo 2022 | 23:20 )
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo