olimpiadi invernali
1:36 pm, 4 Febbraio 22 calendario

Olimpiadi invernali di Pechino al via, show e migliaia di atleti

Di: Redazione Metronews
condividi

Le Olimpiadi invernali di Pechino hanno preso il via con una scoppiettante  cerimonia d’apertura: una serie di fuochi d’artificio ha illuminato il cielo della capitale cinese.

Dopo i saluti al padrone di casa, il presidente della Repubblica Popolare di Cina, Xi Jinping e al presidente del Comitato Olimpico Internazionale, Thomas Bach seduti in tribuna d’onore, ha fatto il suo ingresso la bandiera cinese che, accompagnata dalle note dell’inno cinese, è stata issata su uno dei due pennoni. Alla cerimonia è presente anche il pubblico, ovviamente contingentato per le misure anti-Covid. La temperatura è di -5 gradi e ai presenti è stato dato un kit con all’interno coperta, berrettino e guanti.

 

Olimpiadi Pechino, quasi 3000 atleti

Circa 2.900 atleti provenienti da 91 paesi si sfideranno per 109 medaglie d’oro in sette sport con 15 discipline da sabato fino al 20 febbraio. La cerimonia di 110 minuti è diretta da Zhang Yimou come nel 2008. Non presenta stelle, cantanti o ballerini professionisti, ma piuttosto 3.000 studenti universitari e scolastici, nonché cittadini comuni delle province di Pechino e Hebei dove si svolgono i Giochi.

Al Nido d’Uccello della capitale cinese, la prima città ad ospitare un’edizione estiva dei Giochi ed una Invernale, sono presenti migliaia di spettatori. Nel centro dello stadio un enorme led che ricorda una superficie di ghiaccio. Prima dell’ingresso delle 91 delegazioni si è svolto uno spettacolo ideato e diretto dal regista Zhang Yimou, lo tesso dei Giochi estivi di Pechino 2008. Tante le personalità diplomatiche sugli spalti come il presidente russo Vladimir Putin. Alcuni paesi hanno invece boicottato l’evento, sotto il profilo diplomatico, gli Stati Uniti, il Canada, il Regno Unito e l’Australia.

L’Italia, Moioli: “Sono super emozionata…”

Saranno 28 su 91 le Nazioni che sfileranno alla cerimonia di apertura  nella forma tradizionale, ovvero con un solo portabandiera: tra esse c’è anche l’Italia con Michela Moioli. Campionessa olimpica del snowboardcross, è stata nominata solo poche settimane fa a seguito dell’infortunio della titolare, la campionessa olimpica di discesa libera Sofia Goggia. “Sono super emozionata e super felice”, ha detto Michela Moioli poco prima dell’inizio della cerimonia dal profilo Instagram dell’Italia team.

L’Italia aveva già deciso di nominare un solo alfiere che, di prassi, viene scelto tra i campioni olimpici ancora in attività. Nel 2021 il Comitato Olimpico Internazionale, nel rispetto della parità di genere, aveva deciso che alle cerimonie delle Olimpiadi possono sfilare due alfieri, una donna e un uomo (non è possibile due atleti dello stesso genere). Al ‘Bird’s Nest’, lo stadio Nazionale cinese di Pechino, le Nazioni che sfileranno con un solo alfiere saranno, oltre all’Italia Team, anche Malta, Ecuador, Eritrea, Hong Kong, Uzbekistan, Pakistan, Timor Est, Macedonia del Nord, India, Ghana, Kirghizistan, Andorra, Finlandia, Arabia Saudita, Albania, Azerbaijan, Bolivia, American Samoa, Trinidad & Tobago, Perù, Haiti, Filippine, Serbia, Cipro, Moldavia, Monaco e Marocco. Tre le delegazioni che non hanno nominato un portabandiera, Nigeria, Liechtenstein e Isole Vergini: la loro bandiera sarà portata da un volontario dell’organizzazione.

4 Febbraio 2022
© RIPRODUZIONE RISERVATA