covid
6:21 pm, 27 Gennaio 22 calendario

Ok dell’Ema alla pillola Pfizer per il trattamento Covid

Di: Redazione Metronews
Ok dell'Ema alla pillola
condividi

Ok dell’Ema alla pillola Pfizer per il trattamento Covid. «Sulla base di studi di laboratorio, si prevede che Paxlovid sia efficace anche contro Omicron e altre varianti». Lo ha reso noto l’Ema, l’Agenzia europea per i medicinali, che oggi ha dato il via libera all’immissione in commercio della pillola orale contro il Covid-19 sviluppata da Pfizer. Il comitato ha raccomandato in particolare di autorizzare Paxlovid per il trattamento del Covid-19 negli adulti che non necessitano di ossigeno supplementare e che sono ad elevato rischio che la malattia diventi grave. L’analisi è stata eseguita in pazienti che hanno ricevuto Paxlovid o un placebo entro 5 giorni dall’inizio dei sintomi di Covid-19 e che non hanno ricevuto, nè ci si aspettava che ricevessero, trattamento con anticorpi. Nel mese successivo al trattamento, lo 0,8% (8 su 1.039) dei pazienti trattati con Paxlovid è stato ricoverato in ospedale per più di 24 ore, rispetto al 6,3% (66 su 1.046) di coloro che hanno ricevuto il placebo. Non ci sono stati decessi nel gruppo Paxlovid e 9 decessi nel gruppo placebo. «Il profilo di sicurezza di Paxlovid è stato favorevole e gli effetti collaterali sono stati generalmente lievi. Tuttavia, è noto che ritonavir influenza l’azione di molti altri medicinali e avvertenze e consigli sono stati inclusi nel bugiardino di Paxlovid», spiega l’Ema in una nota. Il Chmp ha concluso che «i benefici del medicinale sono maggiori dei suoi rischi per l’uso approvato». Albert Bourla, presidente e amministratore delegato di Pfizer, ha commentato: «Siamo orgogliosi di avere una forte presenza produttiva in Europa, che aiuterà a sostenere la produzione fino a 120 milioni di cicli di terapia a livello globale».

Ok dell’Ema alla pillola

Ma vediamo nel dettaglio il Paxlovid, secondo antivirale approvato dall’Ema, il primo che viene assunto per via orale per il trattamento dell’infezione Covid-19. La terapia prevede due pillole da assumere insieme due volte al giorno per 5 giorni. Il farmaco infatti contiene due principi attivi: PF-07321332 e ritonavir, in due compresse diverse. PF-07321332 agisce riducendo la capacità di SARS-CoV-2 di moltiplicarsi nell’organismo, mentre ritonavir prolunga l’azione di PF-07321332 consentendogli di rimanere più a lungo nell’organismo a livelli che influenzano il moltiplicazione del virus. I dati di uno studio che ha coinvolto pazienti con Covid dimostrano che il trattamento con Paxlovid ha ridotto significativamente i ricoveri o i decessi nei pazienti che hanno almeno una condizione sottostante che li mette a rischio di malattia grave. Sulla base di studi di laboratorio, si prevede che Paxlovid sia attivo anche contro Omicron e altre varianti, in quanto la molecola agisce su meccanismi conservati del virus indipendenti dalle caratteristiche della proteina Spike. Il profilo di sicurezza di Paxlovid è stato favorevole e gli effetti collaterali sono stati generalmente lievi. Paxlovid deve essere somministrato il prima possibile dopo la diagnosi ed entro 5 giorni dall’inizio dei sintomi.

27 Gennaio 2022
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo