russia
4:30 pm, 18 Gennaio 22 calendario

Dalla Russia truppe, caccia e difesa antimissile in Bielorussia

Di: Redazione Metronews
condividi

La Russia trasferirà presto in Bielorussia aerei da combattimento e batterie di difesa antimissile. Si tratta di 12 aerei Su-35, due batterie del sistema S-300 e una di Pantsir-3, ha detto il vice ministro della Difesa russo, Alexander Fomin, spiegando che il trasferimento avverrà “nell’ambito di una ispezione per verificare il funzionamento del Sistema unificato di difesa antiaerea dello Stato dell’Unione”, fra Russia e Bielorussia.

In Bielorussia soldati russi

L’annuncio coincide con l’arrivo in Bielorussia di primi soldati russi per partecipare alle esercitazioni militari, annunciate sullo sfondo delle tensioni tra l’Occidente e Mosca sulla vicina Ucraina. Il processo d’ispezione, ha spiegato Fomin all’agenzia russa Sputnik, si articolerà in due fasi e si concluderà il 20 febbraio. Nella prima, fino al 9 febbraio, Mosca e Minsk riposizioneranno le forze militari, formando distaccamenti in determinate aree per la protezione di installazioni civili e militari, oltre che dello spazio aereo. In questa fase verranno condotte esercitazioni tattiche che, secondo Fomin, si svolgeranno entro i limiti stabiliti dal Documento di Vienna del 2011 sulle “Misure miranti a rafforzare la fiducia e la sicurezza”. “Potrebbe darsi il caso che le forze e le risorse risultino insufficienti per garantire la sicurezza dello Stato dell’Unione, siamo pronti al rafforzamento”, ha dichiarato Fomin. “Con la parte bielorussa siamo d’accordo a voler usare tutte le capacità dello Stato (dell’Unione) per la difesa congiunta”, ha aggiunto.

Esercitazioni navali con Iran e Cina

Non solo: le forze navali di Russia, Cina ed Iran terranno esercitazioni congiunte. Lo ha annunciato il servizio stampa della flotta russa del Pacifico, senza precisare la data e il luogo dove si svolgeranno le esercitazioni. Una delegazione della Marina russa si è recata nella città portuale di Chabahar, nel sud-est dell’Iran, per una serie di incontri di coordinamento e si sottolinea che un distaccamento di navi da guerra della flotta russa del Pacifico, tra cui il cacciatorpediniere Admiral Tribuc e gli incrociatori missilistici Varyag e Admiral Nakhimov, si unirà alle flotte iraniana e cinese per le esercitazioni. L’unità navale è salpata dal porto meridionale di Vladivostok pochi giorni prima della fine del 2021 e ha attraccato vicino al porto di Chabahar all’inizio della settimana.

18 Gennaio 2022
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo