covid
8:22 pm, 10 Gennaio 22 calendario

Draghi contro i No Vax: «Siete l’unico problema»

Di: Redazione Metronews
Draghi contro i No Vax
condividi

Draghi contro i No Vax: «Siete l’unico problema». «Ci riusciremo anche questa volta. Stiamo adottando un approccio diverso: siamo cauti, ma tesi a minimizzare gli effetti sociali ed economici delle misure. Questo è possibile grazie alla vaccinazione». Così il premier Mario Draghi nella conferenza stampa sulla strategia anti Covid. Con una dura stoccata ai No Vax: «Gli ospedali sono di nuovo sotto pressione per l’effetto del virus sui non vaccinati. Gran parte dei problemi che abbiamo oggi dipende dal fatto che ci sono dei non vaccinati». Per questo la scelta di passare all’obbligo progressivo, prima per categoria ora con la fascia d’età degli over 50. «Con l’ultimo decreto c’è un passo avanti del nostro Paese, la ragione è anche che abbiamo raggiunto una percentuale assolutamente rilevante, l’89,41% degli over 12 anni ha avuto la prima dose – ha sottolineato il ministro della Salute, Roberto Speranza – restano non vaccinati poco più del 10% delle persone over 12. Queste occupano i due terzi delle terapie intensive e il 50% dei posti in area medica».

Draghi contro i No Vax

Intanto è ancora in crescita la curva epidemica: ieri i nuovi casi sono stati 101.762, contro i 155.659 di domenica e i 68.052 di lunedì scorso. Con 380 mila tamponi in meno il tasso di positività è salito al 16,6%. I decessi sono stati 227. Cinque Regioni sono a rischio di passaggio in zona arancione già con il monitoraggio di venerdì prossimo: il Piemonte ha già superato le soglie, mentre sono sul filo Liguria, Calabria, Val d’Aosta e Friuli Venezia Giulia. Sono filati abbastanza lisci i controlli nel primo giorno di estensione del super Green Pass: oltre 10.445 quelli effettuati da Trenitalia con 197 persone senza certificato (1,9%). Infine dubbi sulla pericolosità della nuova variante Deltacron, ricombinazione tra le varianti di Sars-Cov-2 Delta e Omicron. «È sotto stretta osservazione – ha assicurato il virologo Fabrizio Pregliasco – ma per saperne un po’ di più ci vorranno due o tre settimane».

10 Gennaio 2022
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo