4:22 pm, 30 Dicembre 21 calendario

Fa caldo in Alaska e a Bormio e freddo in California e in pianura

Di: Redazione Metronews
condividi

Mentre gli americani si dividono tra il tepore  dell’Alaska, dove la temperatura ha toccati i  20 gradi e il gelo della California dove la neve è arrivata a 5 metri, il livello più alto mai raggiunto  da quando sono iniziate le rilevazioni nel 1970, anche da noi si prevede un Capodanno del tutto anomalo all’insegna del caldo. Tutta colpa dell’anticiclone africano, già chiamato dai meteorologi il Gigante che investirà la penisola con un’ondata di caldo eccezionale, fino a 16 gradi sulle Alpi, ulteriore segnale dell’impazzimento del clima.

Il caldo in montagna ma non nella pianura Padana

L’alta pressione proveniente dal Nord Africa porterà un aumento delle temperature in quasi tutto il nostro Paese. In particolare, il caldo sarà presente al Centro-Sud, con massime che toccheranno i 20°C, portando un clima quasi primaverile. Tuttavia, sulle grandi pianure del Nord continuerà la stagione fredda. L’anticiclone provocherà inversioni termiche e nebbie. Su molte città si registreranno quindi temperature inferiori a 10°. Tutto questo avverrà in regioni come la Lombardia, l’Emilia-Romagna, il Veneto e il Friuli Venezia Giulia. Ma in città come Aosta dove si potrebbero toccare i 18-19 gradi, oppure Trento e Bolzano dove si supereranno i 15 gradi.

Super-G annullato a Bormio

A Bormio il caldo primaverile oggi ha già provocato i primi danni: niente secondo super-G nelle gare di Coppa del Mondo e quindi niente rivincita per l’azzurro Dominik Paris. Neanche la salatura del tratto finale della pista ha impedito che le alte temperature e la pioggia del tutto insolita in questa stagione e a quell’altitudine, portassero alla cancellazione della gara.

30 Dicembre 2021
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo